S. Angelo E. – Cucina multietnica per l’integrazione socioculturale

0
9

S. Angelo all’Esca – La cucina multietnica come fattore di integrazione sociale: è questo il messaggio socio culturale che l’Associazione Pro Loco di S. Angelo all’Esca intende trasmettere attraverso la programmazione di una serata a tema che si terrà in località Piazza Fante d’Italia sabato 1 agosto.
Infatti il direttivo Pro Loco, con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale di S. Angelo all’Esca ha programmato una serata che avrà come protagoniste alcune “specialità” della cucina straniera nel tentativo di far veicolare un messaggio di ospitalità agli immigrati. “E’ un tentativo di mediazione culturale – sottolinea il presidente della Pro Loco, Raffaella Luise – che assume una valenza specifica e prioritaria all’interno di un contesto socioculturale ed economico che va sempre più evolvendosi. Anche le nostre piccole comunità devono imparare a superare il limite di pregiudizio e di diffidenza verso lo straniero, che è quasi sempre considerato come un potenziale nemico. Far degustare cibi non propriamente tipici del nostro territorio può rappresentare un momento di condivisione e di apertura all’ “altro” ed essere – perciò – segnale di solidarietà e accoglienza. La matrice territoriale, il radicamento, il legame con la ‘tipicità’ devono essere sempre rivendicati perché costituiscono il fattore di identità che caratterizza ogni singola comunità, ma – accanto al recupero e alla valorizzazione del prodotto tipico e delle tradizioni locali – la Pro Loco si farà portatrice anche di un’etica della ‘differenza’ ossia di un invito alle ‘contaminazioni’ culturali che potranno aiutare ad avere uno sguardo aperto sul mondo. Orizzonti diversi, orizzonti possibili, che non rimangano prigionieri degli spazi angusti della forma e dell’apparenza, che spesso ci inducono a guardare con timore a chi è ‘diverso’ da noi”.
A tavola, dunque, non solo per condividere il desco, ma anche per creare le condizioni di uno “stare insieme” che sia integrazione e multiculturalità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here