Ruggiero: “Fondi per Centro Autismo saranno di nuovo appostati”

0
7

“Il Presidente della Regione, Stefano Caldoro, ha espresso la sua massima disponibilità a risolvere in tempi brevi i problemi burocratici e contabili che ancora oggi impediscono il completamento della struttura di contrada Valle destinata ad ospitare il centro per l’autismo. A tal fine, lunedì prossimo è stato convocato un tavolo tecnico che vedrà la partecipazione dei rappresentanti dell’associazione irpina Pianeta autismo, dell’azienda edile titolare dei lavori e dei capi dipartimento del settore urbanistica, Angelini, e del settore politiche sociali, Romano.” E’ quanto rende noto il Presidente della Commissione politiche sociali, Antonia Ruggiero, promotrice di un vertice che si è tenuto stamani a Palazzo Santa Lucia e che ha visto la partecipazione del Presidente della Giunta, Stefano Caldoro, della dottoressa Elisa Spagnuolo, presidente dell’Aipa, del legale, Avvocato Gaetano Manzi, e del dottor Rino Piano, titolare dell’azienda edile che sta realizzando la struttura di via Valle. “I fondi necessari al completamento dell’opera, andati in perenzione – ha spiegato Ruggiero – saranno nuovamente appostati affinché possano essere disponibili in tempi rapidi. Durante l’incontro di stamani, il Presidente Caldoro ha dato gli input necessari a dirimere la questione attraverso il coinvolgimento dei capi dei dipartimenti competenti.” “Confido nel fatto – ha aggiunto il Presidente della commissione – che l’incontro di lunedì possa servire a risolvere definitivamente la questione, consentendo all’Irpinia di avere finalmente il suo centro. E’ un dovere che abbiamo nei confronti delle tantissime famiglie che vivono quotidianamente il problema dell’autismo e lo affrontano con coraggio pur non avendo sempre a disposizione strutture efficienti e adeguate alle esigenze poste da un così grave disagio.” “Per quanto mi riguarda – chiude Ruggiero – ho ribadito alla dottoressa Spagnuolo la mia piena disponibilità a battermi affinché l’Irpinia e la Campania possano avere finalmente una struttura altamente specializzata per la cura dell’autismo e per l’assistenza ai bambini che ne soffrono.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here