Rotondi: “Presentai legge sulle coppie di fatto mi presero per gay”

0
14

NAPOLI – Berlusconi e Fini? «Il ciclo del premier non è finito e nella prossima legislatura sarà una figura centrale». Gianfranco Rotondi, ministro per l’Attuazione del programma, parla in esclusiva con “A” in edicola da mercoledì 4 agosto, e ricorda l’ultimo incontro, a casa sua, del premier e del presidente della Camera. E, in coppia con la moglie Maria Grazia, racconta di quella volta che anche loro, ancora fidanzati, andarono in crisi per colpa di una gaffe di Rocco Buttiglione: «Mi vide con una ragazza calabrese, dovetti confessare tutto». Sulla P3 Rotondi minimizza: «Conosco Pasqualino Lombardi (il geometra di Avellino presunto organizzatore della P3, ndr) da trent’anni. Non mi riesce di immaginarlo a capo di una cosa seria». Quanto a Berlusconi e agli scandali, il ministro parla di calunnie. E rievoca un caso che l’ha colpito direttamente: «Quando annunciai un disegno di legge sulle coppie di fatto, cominciarono le insinuazioni: “Vuoi vedere che lo fa perchè lui è…”».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here