Rissa dopo un Mak π: denunciati 5 giovani, anche due minorenni

0
28

Rissa dopo il Mak π, denunciati in stato di libertà due 16enni, due 18enni ed un 21enne. La violenta zuffa è scaturita per futili motivi all’esterno di un locale di Lioni, dove poco prima, era terminato l’evento che celebra l’inizio del conto alla rovescia e dello studio intenso.

Grazie all’immediato intervento dei Carabinieri, già presenti sul posto, si è riuscito a circoscrivere la zuffa, evitando così ben più gravi conseguenze.

L’attività sviluppata dai militari della locale Stazione, ha permesso l’identificazione dei cinque soggetti (due di Sant’Angelo dei Lombardi e tre di Teora) che, alla luce delle evidenze emerse, sono stati deferiti in stato di libertà alle competenti Autorità Giudiziarie.

Oltre alla denuncia per rissa, per il 21enne è scattata la segnalazione alla Prefettura di Avellino ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 309/90 poiché, a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di un grinder con residui di marijuana, sottoposto a sequestro unitamente ad una modica quantità di hashish rinvenuta all’esito della successiva perquisizione domiciliare.

I “Mak π” sono da diversi anni nel  mirino delle forze dell’ordine: lo scorso anno decine sono stati i locali ispezionati dai Carabinieri in Irpinia, dove sono state ravvisate irregolarità legate alla capienza rispetto al numero dei partecipanti per gli eventi in programma.

Anche per gli imminenti festeggiamenti di fine anno, i Carabinieri raccomandano il massimo rispetto delle regole sulla somministrazione di bevande, sui parametri di capienza e norme di sicurezza.

Previsti numerosi posti di blocco e controlli capillari delle strade maggiormente trafficate per prevenire spiacevoli e a volte, purtroppo, mortali incidenti causati dalla guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di stupefacenti.