Ripulivano gli appartamenti della zona, arrestati due napoletani

0
4

LAURO – Il Personale del Commissariato di Polizia di Lauro ha tratto in arresto due giovani della provincia di Napoli per tentato furto aggravato. Il tutto ha avuto origine da una segnalazione giungeta presso la Sala Operativa della Polizia da parte di un cittadino, che aveva notato due individui scavalcare il muro di cinta della sua abitazione. Dal momento che era stato già vittima di un furto al proprio domicilio lo scoro mese, l’uomo aveva reagito mettendo in fuga i due malfattori. L’uomo, però, si era insospettito, e dopo aver notato l’accensione delle luci in una parte del giardino, ove di solito erano spente, aveva verificato che il proprio sistema di allarme era stato manomesso. Gli uomini del Commissariato di Lauro, che già si trovavano in una zona limitrofa, anche sulla scorta delle informazioni fornite da altri testimoni, si sono posti allora all’inseguimento dei fuggitivi che, allontanandosi, hanno abbandonato gli arnesi atti allo scasso, recuperati e sequestrati, e successivamente rintracciato l’auto, priva di contrassegno assicurativo, utilizzata per recarsi sul posto dai malviventi. Gli accertamenti, immediatamente posti in essere dagli operatori, hanno anche consentito di rintracciare i due soggetti mentre cercavano di raggiungere il loro domicilio.
I due napoletani, allora, sono stati tratti in arresto per il reato di tentato furto aggravato e trattenuti in Questura a disposizione del P.M. di turno, Dott.ssa Buono, che coordina le indagini, in attesa del giudizio direttissimo che si terrà domani mattina presso il locale Tribunale.
Al momento sono in corso ulteriori indagini atte a verificare se i due arrestai, rispettivamente di trentacinque e trentadue anni, di cui uno gravato da precedenti, siano coinvolti in altri episodi analoghi accaduti di recente nella zona. Oltre all’intensificazione dei servizi mirati a contrastare il fenomeno, fondamentale e preziosa è stata, anche in questo caso, la collaborazione degli stessi cittadini che hanno tempestivamente allertato le forze dell’Ordine fornendo elementi utili al rintraccio dei responsabili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here