Regione – Legge sul lavoro, si punta su qualità e inclusione sociale

0
7

Cinquantasei articoli e otto titoli: si presenta così la prima legge organica sul Lavoro della Regione Campania che passa all’esame dell’aula dopo il primo ok delle commissioni permanenti terza (Attività Produttive, Industria e Commercio) e sesta (Politiche sociali) insieme alla Commissione speciale di controllo sulle Politiche giovanili.
Nel testo vengono affrontati i nodi cruciali dell’emergenza occupazionale: dagli strumenti a sostegno dell’occupazione di qualità alla promozione della regolarità del lavoro, dalla sicurezza sui luoghi di lavoro ai diritti delle persone diversamente abili.
L’assessore regionale al Lavoro della Campania Corrado Gabriele esprime grande soddisfazione per la conclusione dell’iter legislativo relativo al disegno di legge “Occupare conviene”.
“L’ottimo lavoro svolto dalle Commissioni regionali – dice Gabriele – ci traghetta verso un assetto del mercato del lavoro che punta sulla qualità e l’inclusione sociale. L’impianto che ho proposto al Consiglio regionale prevede la trasformazione del mercato del lavoro, e dedica particolare attenzione all’emersione del lavoro nero e alla tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. L’obiettivo è innalzare la qualità in un Sud afflitto dalla piaga del lavoro nero e della disoccupazione strutturale. Il testo ha un’importanza particolare per il momento in cui è stato approvato. Mentre la crisi spinge ad un abbassamento degli standard qualitativi e alla rincorsa di strumenti di assistenza, in Campania ci prepariamo ad affrontare la nuova fase di crescita con regole completamente diverse che ridisegneranno i tratti del nostro mercato del lavoro. Il testo privilegia le imprese che assumono a tempo indeterminato, prevede incentivi per chi assume donne, migranti e categorie svantaggiate, ‘premialità’ per le imprese virtuose che investono in sicurezza e nuovi piani per l’emersione dal lavoro nero. Un vero e proprio decalogo della qualità. Una stagione nuova in cui la precarietà e la mancanza di regole apparterranno finalmente al passato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here