Regionali – Lista “monca” per SeL: le verità di Sinistra democratica

0
3

Avellino – E’ un fiume in piena Giancarlo Giordano, segretario provinciale di Sinistra democratica, nello spiegare al comitato provinciale del partito, nel corso di una riunione aperta alla stampa, le ragioni della scelta più dura della storia di Sd: il ritiro dei candidati dalla lista per le elezioni regionali. “Chi ha prodotto questo imbroglio, se ne assuma la responsabilità politica di fronte all’elettorato”. Nonostante i dissidi interni alla compagine irpina di SeL, già manifestati durante le ultime elezioni amministrative e provinciali che hanno visto i vari partiti aderire a progetti di centro sinistra differenti, Sinistra democratica aveva accettato la candidatura di De Luca per la mancanza della costituzione di un secondo polo a sinistra e, quindi per senso di responsabilità verso il progetto più ampio di Sinistra Ecologia e Libertà. Ma le separazioni in casa, si sa, vanno comunque regolate quantomeno dal buonsenso comune. “Abbiamo posto due questioni al partito regionale – continua Giordano – La prima riguardava il tipo di accordo con i socialisti, ospiti in casa SeL. La seconda era una richiesta fondamentale: stabilire un percorso che portasse all’unità delle forze che in Irpinia compongono il partito, per affrontare la campagna elettorale nel modo migliore”. Un invito all’unità, quello di Giancarlo Giordano, fatto alla presenza dei dirigenti Arturo Scotto e Beppe De Cristofaro, a Gennaro Imbriano, Nicola Cicchetti e Stefano Lieto, rappresentanti delle altre componenti. “Questi signori – continua Giordano – poco avvezzi a pratiche democratiche, hanno preteso, senza alcun ragionamento o percorso collettivo, la costituzione di un coordinamento paritario di gestione per la composizione della lista e l’organizzazione della campagna elettorale. Abbiamo detto di no, perché non ci sarebbe stato nulla di paritario in un costante rapporto di uno a tre”. Numerosi gli incontri di trattative a cui fa riferimento l’esponente di Sd, in cui ha proposto una composizione democratica della lista: due candidati per Sd, due per l’area Vendola più ambientalisti e uno per i socialisti, “perché chi è ospite non può diventare padrone di casa”. Poi il documento in cui Imbriano chiede ai suoi forse compagni di partito di ‘Fare un passo indietro.. di proporre volti nuovi in lista’: “Un veto alle nostre più che autorevoli candidature (Raffaele Aurisicchio ed Erika Picariello ndr). Non so se hanno avuto più paura di noi, o miseria di loro stessi”. La ‘paura’ di cui parla Giancarlo Giordano è ovviamente il peso elettorale maggiore che Sd porta in dote con un consigliere provinciale, un consigliere regionale, consiglieri comunali, numerosi circoli, ecc ecc. “La loro opera di sabotaggio preventivo di Sinistra e Libertà, è stata sottovalutata in modo irrimediabile dal partito regionale. Hanno sbagliato a non intervenire”.
Di qui la scelta di ritirare i candidati dalla lista. “Di fronte alla prospettiva di una campagna elettorale fatta di attacchi sui giornali, di fronte alle prevaricazioni subite abbiamo deciso di non concorrere a questo stillicidio politico. Il nostro è stato un gesto sofferto e che ha lasciato in noi sentimenti di delusione e rabbia, ma è stato un atto di onestà politica, di responsabilità e libertà”. Ma la forza e l’orgoglio dimostrati da Sinistra democratica non si perde nel nulla. “Il 30 marzo arriva, non è lontano, e potremmo fare una valutazione serena dei risultati. Poi c’è il congresso (a luglio ndr) e quello deve essere il nostro obiettivo – rassicura Michele D’Ambrosio presidente provinciale di Sd – Noi abbiamo una storia e un senso di appartenenza. Non possiamo perderci dietro quattro avventurieri”.
Insomma elezioni a parte, il congresso nazionale di luglio, ma soprattutto quello provinciale, si configura come la battaglia finale interna a Sinistra Ecologia e Libertà. Il congresso inteso, per dirla con Giancarlo Giordano, “come il luogo in cui ci si conta per quel che si conta”. (di R. F.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here