Presentato in conferenza stampa il progetto Mercogliano Si.Tu.

0
5

Mercogliano – Presso la Sala Consiliare del Municipio di Mercogliano, questa mattina, si è svolta la conferenza stampa di presentazione del Progetto “Sicurezza e Turismo”.

Presenti all’incontro il comandante della stazione dei Carabinieri di Mercogliano, Pasquale Maffei; il comandante della Polizia municipale, Michele Leo; il capitano della Guardia di Finanza, Salvatore Serra; e Pasqua dei Vigili del Fuoco di Avellino. Ad illustrare il progetto, il Sindaco, Tommaso Saccardo. Frutto di un’ intesa raggiunta tra Enti Pubblici, il progetto sarà attuato in collaborazione con partner pubblici e privati:Ente Provinciale per il Turismo di Avellino, Comunità Montana del Partenio, Parco del Partenio, Piano Sociale di zona A7, Scuola Secondaria di I grado “Guido Dorso”, Associazione Donatori e Volontari Personale Polizia di Stato, Codacons Campania, Associazione Esercenti Attività Città di Mercogliano, Pro Loco di Mercogliano, Centro Educazione Ambientale Parco del Partenio, Fondazione Ramiro Marcone, Confraternita di Misericordia del Partenio.

“L’abbreviazione del progetto Mercogliano Turismo e Sicurezza – sottolinea Saccardo – è racchiusa nell’acronimo “Mercogliano SI.TU. “, poiché potrà essere attuata una proficua partecipazione della Cittadinanza per l’attuazione delle azioni previste nel progetto ad iniziare dalla popolazione scolastica in sinergia con le forze dell’ordine e le associazioni coinvolte”

L’intesa istituzionale e le azioni promosse dall’Amministrazione Comunale di Mercogliano sono finalizzate a potenziare la politica di prevenzione e diffusione della cultura della legalità, già messa in atto dal 2001, attraverso la realizzazione di interventi innovativi di sicurezza urbana. Si tratta di un’iniziativa trasversale, che include oltre istruzione e cultura anche impresa, media, implementazione delle attrezzature, delle politiche sociali e dello sviluppo rurale.

Il Progetto Mercogliano “Sicurezza e Turismo” contribuirà a promuovere quattro temi principali: i diritti, la rappresentanza, il riconoscimento, il rispetto garantendo risposte alle richieste pervenute da parte dei cittadini e dei turisti. Le linee di azione del progetto, semplificato nell’acronimo Mercogliano Si.Tu., sono state individuate partendo dai bisogni reali espressi dalla comunità locale come migliore qualità della vita, attraverso una valutazione più approfondita dei bisogni reali, riqualificazione di spazi pubblici con potenziamento della pubblica illuminazione, una città più pulita, un decoroso arredo urbano, etc… capace di accrescere il senso di sicurezza dei cittadini.

Le Associazioni, le Istituzioni e gli altri Enti individuati, collaboreranno con il Comune per l’attuazione delle azioni previste: rivitalizzazione di spazi pubblici con interventi di animazione, finalizzati alla dissuasione delle manifestazioni di inciviltà e criminalità diffusa. interventi di prevenzione dei comportamenti di vandalismo e di bullismo giovanile iniziative di educazione e promozione delle norme che regolano la vita sociale ed azioni volte alla diffusione di una cultura della legalità presso gli adolescenti, le loro famiglie e nella comunità locale. promozione di servizi innovativi e di interscambio operativo ed informativo fra i Corpi di polizia locale e nazionale , servizi sociali, organismi associativi e di volontariato attraverso la realizzazione di un data base interoperabile. miglioramento dell’efficienza delle sale operative della polizia municipale con particolare riferimento alle interconnessioni con le sale operative delle Forze dell’Ordine. I rappresentanti delle forze dell’ordine presenti hanno dato riscontro all’invito del Sindaco con risposte immediate di sostegno, condivisione e collaborazione attiva a tale piattaforma operativa sul territorio, che certamente contribuirà a migliorare la qualità della vita nel comune di Mercogliano e a renderlo più adeguato ed attrezzato a ricevere il transito di circa un milione e duecentomila pellegrini turisti diretti al Santuario di Montevergine e all’Abazia di Loreto ogni anno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here