Prata – Giovani Pd: “Le istituzioni facciano chiarezza sulla Fma”

0
1

Prata Principato Ultra – Il circolo dei Giovani Democratici esprime solidarietà agli operai della FMA, che continuano dalla scorsa settimana la loro protesta. “Noi Giovani Democratici – si legge in una nota – ci esprimiamo non solo come organizzazione politica giovanile, ma come giovani, come figli, come liberi soggetti pensanti che sperano e sognano un futuro migliore e crediamo fermamente in un serio progetto di rinnovamento della politica, non solo un rinnovamento anagrafico, ma un vero e proprio rinnovamento di idee. L’attuale crisi economica coinvolge per intero tutto il nucleo industriale della valle del sabato, il più grande sbocco occupazionale presente nel nostro territorio. Per questo la precaria situazione lavorativa, ha assunto una nuova forma più difficile da debellare: è diventata un vero e proprio dramma sociale, poiché non solo intere famiglie, ma anche e soprattutto i giovani sono costretti a subire enormi e insostenibili sacrifici e non riescono più a vedere in questa situazione buone prospettive economiche. Il lavoro dovrebbe essere un diritto inalienabile di tutti gli uomini, come garantito dall’articolo 1 della Costituzione. Il Governo centrale e le amministrazioni locali hanno il dovere di impegnarsi ad agire socialmente per promuovere il benessere dei lavoratori. In questo contesto risulta ancora più ingiustificata e sconcertante l’aggressione subita dagli operai della FMA da parte delle forze dell’ordine intervenute con la forza per sgomberare i pacifici presidi organizzati dai lavoratori davanti allo stabilimento. Per questo – concludono i giovani del Pd – vogliamo fare un appello alle istituzioni nazionali, regionali e provinciali per fare chiarezza sulla politica industriale della FIAT per quanto riguarda lo stabilimento di Pratola Serra, e a tutti i politici irpini affinché si interessino concretamente di questo problema e non strumentalizzino questa situazione per inutili passerelle politiche in vista delle imminenti elezioni regionali.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here