PlayEnergy 2009 – Primo premio agli studenti della VG del ‘Mancini’

0
4

Roma – I vincitori del concorso internazionale PlayEnergy 2009 sono stati premiati oggi a Roma del Presidente di Enel Piero Gnudi e dall’Amministratore delegato e Direttore generale Fulvio Conti, alla presenza del Ministro della Gioventù, Giorgia Meloni.
Tra i vincitori – per la miglior tesi scientifica presentata – i ragazzi dell’attuale classe V G del Liceo Scientifico “P.S. Mancini” di Avellino che hanno realizzato una tesi dal titolo “Gestione e salvaguardia delle risorse idriche sotterranee in acquiferi carbonatici dell’Italia meridionale: un caso studio in provincia di Avellino” realizzata all’interno del tema “Acqua… un bene prezioso”.
I ragazzi sono stati seguiti dal tutor dott. Vincenzo Allocca, ricercatore di Geologia applicata – Dipartimento di Scienze della Terra, Polo delle Scienze e delle Tecnologie dell’Università degli Studi “Federico II” di Napoli e dal prof. Francesco Masi, docente di fisica.
Il lavoro sintetizza le conoscenze idrologiche quali-quantitative inerenti le risorse idriche sotterranee del Monte Terminio-Tuoro. I risultati evidenziano l’importanza interregionale (Campania-Puglia e Basilicata), la potenzialità della risorsa del Monte Terminio-Torio e la necessità di una protezione/salvaguardia delle acque sotterranee parte di tutte le istituzioni pubbliche e territoriali che ne beneficiano. Per gli studenti vincitori che decideranno di iscriversi a una facoltà scientifica è previsto il rimborso della tassa di iscrizione al 1° anno, fino a un importo massimo di 2.000 euro.
Anche quest’anno le scuole hanno aderito con entusiasmo al progetto: 446.000 studenti e più di 7.400 istituti italiani ed esteri coinvolti; 112.000 ragazzi hanno partecipato al concorso realizzando più di 3.000 progetti. Le giurie regionali ne hanno selezionati 163 che sono stati sottoposti al giudizio della Giuria Nazionale.
“La grande partecipazione a PlayEnergy – ha affermato il ministro della Gioventù Giorgia Meloni – conferma quanto sia diffusa tra i ragazzi la consapevolezza dell’importanza del risparmio energetico e della sua positiva influenza sull’ambiente che ci circonda. E’ grazie ad iniziative come questa che scopriamo come i giovani di ogni parte del mondo parlino un linguaggio comune quando si tratta di affrontare tematiche che riguardano non solo il loro futuro, ma quello dell’intera collettività”.
Il grande evento finale di Roma rappresenta una vera e propria occasione di incontro e di scambio tra tutti i partecipanti a PlayEnergy: è stata infatti premiata anche una rappresentanza degli studenti stranieri che hanno aderito al progetto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here