PdL – Passariello: “Turismo, chance di sviluppo per le aree interne”

0
2

Avellino – A un mese dalla tornata elettorale di fine marzo, le varie formazioni che si sfideranno per il rinnovo del Consiglio regionale hanno quasi delineato del tutto i propri schieramenti. Chiuso il discorso alleanze, è tempo per tutti di tuffarsi in campagna elettorale e di ritornare a parlare della Campania che sarà. Di questo e altre tematiche ne parliamo con Luciano Passariello, presidente della Commissione Regionale Anticamorra e Consigliere regionale uscente del PdL che sarà nuovamente in campo il 28 e 29 marzo.

On. Passariello, il PdL ripresenterà, come lo scorso anno, la stessa alleanza che è risultata vincente nelle tre province al voto. Perché puntare sul centrodestra e Caldoro?
“Innanzitutto va sottolineato che Nicola Cosentino era e resta il faro del PdL in Campania e che solo per le ormai note vicende di cronaca ha deciso di fare un passo indietro per il bene del partito e della Regione. Stefano Caldoro rappresenta il meglio che il PdL potesse esprimere: è persona saggia, al di sopra di ogni logica di sospetto e che, per volere di Cosentino e del premier Berlusconi, si è messa a disposizione del partito. E’ il vero simbolo del rinnovamento”.

Sulla sponda opposta c’è un De Luca che è pronto a raccogliere il consenso degli indecisi, siano essi di centro, destra o sinistra, e senza puntare su vessilli di partito…
“Leggendo gli interventi di De Luca, sembra che il sindaco di Salerno sia lontano anni luce dal sistema di partiti che per anni ha retto Bassolino e compagni. Ed invece, è bene ricordarlo, De Luca è, ed è stato, il rappresentante di una delle anime maggioritarie prima dei Ds e poi del Pd; partiti nei quali è cresciuto, ha militato, e grazie al quale è stato eletto sindaco di Salerno. Ci spieghi meglio come intenderà operare la discontinuità col passato tanto decantata quando nella sua lista saranno presenti i vari Gabriele, Amato, Caiazzo e i tanti uomini di Bassolino. I cittadini campani hanno bisogno di un rinnovamento vero che si basi sullo sviluppo, sulla sicurezza e sulla legalità. Solo attraverso il perseguimento di questi obiettivi potremmo dare la possibilità ai nostri cittadini di potersi scrollare di dosso le brutture che il centrosinistra, targato Bassolino e De Luca, ha prodotto negli ultimi 15 anni”.

Sviluppo, sicurezza, rinnovamento. Che ricetta ha per la Campania?
“Puntare sulle aree interne, attraverso il turismo, qualificando ed elevando le eccellenze dei vari territori. La Campania è una miniera di attrattività e questo può rappresentare il volano dello sviluppo della Regione, coinvolgendo pubblico e privato nei vari investimenti sul territorio, attraverso la costituzione di consorzi dove sarà il soggetto pubblico a controllare il flusso dei fondi. Far girare il turismo in tutta la Campania e non permettere che si fermi solo alla fascia costiera, significa automaticamente potenziare e dare nuova linfa all’artigianato e al commercio e soprattutto rendere alla Regione opportunità uniche per nuovi investimenti”.

Le liste del PdL che scenderanno in campo nelle varie circoscrizioni sono ormai pronte. Quale è il suo giudizio sugli uomini e le donne che saranno protagonisti alle elezioni di marzo?
“Un giudizio positivo è già stato espresso sui Consiglieri uscenti. Si sta facendo un lavoro di inserimento e completamento delle liste. Credo, senza dubbio, che le formazioni del PdL che scenderanno in campo saranno forti e competitive; insomma, tutti costituiranno quel valore aggiunto, non solo in termini di consenso elettorale. Personalmente mi sento motivato, ancora più di prima. E’ un momento storico per la nostra Regione. Dopo aver conquistato le province di Avellino, Salerno e Napoli, credo sia naturale che il cerchio venga chiuso di qui a breve con la vittoria alla Regione Campania. Si tratta di un percorso naturale, di un volere reclamato a gran voce dalla cittadinanza campana e noi non dimenticheremo mai chi ha ‘sofferto’ al nostro fianco in passato”. (di Antonio Pirolo)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here