‘Musica in Irpinia’ – Domani l’inizio della kermesse musicale

0
2

Mercogliano – Con l’omaggio a Giovanni Battista Pergolesi, nel 300° anniversario della nascita, dell’Orchestra del Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino, si apre ufficialmente sabato 11 settembre 2010, con inizio alle ore 18.30, la XXVIII edizione del Festival Internazionale “Musica in Irpinia”.
Sul palco allestito nel chiostro barocco dell’Abbazia del Loreto di Mercogliano, la prestigiosa orchestra campana, eseguirà musiche del compositore nato a Jesi il 4 gennaio 1710.
A dirigere l’orchestra del “Cimarosa” sarà il maestro Stefania Rinaldi, collaboratrice del Teatro San Carlo di Napoli dove è tra l’altro anche direttore della Scuola di Voci Bianche.
Dopo il conseguimento dei diplomi in Musica Corale e Pianoforte, Stefania Rinaldi si diploma a Roma in Direzione d’Orchestra al Conservatorio di Santa Cecilia. ?Si perfeziona quindi all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e all’Accademia Musicale Chigiana di Siena con Gelmetti, Myung-Whun Chung, Jurij Temiranov e Ilja Musin, ricevendo borse di studio e menzioni di merito, tra cui spicca il Premio Rotary.?Segue, inoltre, i corsi di musica contemporanea con Franco Donatoni.
A dirigere il coro “Mysterium vocis”, invece, sarà il maestro Rosario Totaro, musicista napoletano, diplomato al Conservatorio “S.Pietro a Majella” di Napoli prima in pianoforte, sotto la guida di Carlo Ardissone e, successivamente, in canto, con Tina Quagliarella. Rosario Totaro ha in seguito approfondito gli studi di canto con Michael Aspinall e Claudine Ansermet. L’incontro con il M° Argenzio Jorio ha alimentato la passione per la direzione di coro. Nel 1992 in collaborazione con altri musicisti napoletani fonda il coro polifonico Mysterium Vocis, di cui è l’attuale direttore, con il quale ha partecipato ad importanti rassegne e stagioni concertistiche nazionali ed europee. Come preparatore del coro in collaborazione con “La pietà dei Turchini” ha contribuito alla realizzazione di due incisioni discografiche e numerosi concerti.
Protagonisti dell’esibizione saranno, in particolare, i solisti Daniela Del Monaco (contralto), Valentina Varriale (soprano) e Salvatore Lombardi (flauto).
Daniela del Monaco, nata a Napoli, è docente di Canto presso il Conservatorio “S.Pietro a Majella“ di Napoli.
Si è diplomata in canto con B. Nisticò, specializzandosi poi con W. Ferrari (Napoli), M.L.Cioni (Milano), M. King (Bruxelles); parallelamente ha compiuto gli studi universitari, laureandosi in Filosofia con una tesi in Storia della Musica. Come interprete di opere del ‘700, o in recital di musica da camera e Liederistica (in particolare con il pianista Marco Rapetti), ha cantato per la Fenice di Venezia, il Comunale di Treviso, il Semperoper di Dresda, il Massimo di Palermo, il Teatro di Tirana, l’Accademia Chigiana di Siena, l’Associazione Scarlatti di Napoli, la Fondazione Gulbenkian di Lisbona, ed in Germania, Belgio, Francia, Svizzera, Brasile. Dall’86 con l’ ensemble barocco “Cappella della Pietà dei Turchini” è stata ospite di Festival internazionali e di sedi prestigiose (Teatro S. Carlo di Napoli, Accademia di S. Cecilia di Roma, Konzerthaus di Vienna, Cité de la Musique di Parigi).
Valentina Varriale, diplomatasi con il massimo dei voti al Conservatorio “S. Pietro a Majella” di Napoli, ha iniziato, molto giovane, la carriera solistica e nel 2001 ha partecipato a due produzioni dell’Autunno Musicale del Teatro San Carlo eseguendo come membro del coro Mysterium Vocis alcuni interventi solistici nell’opera “Quarant’ore”: Mottetti di Padre Erasmo de Bartoli”. Nel 2004 ha vinto la prima edizione del Concorso Internazionale di musica barocca “Francesco Provenzale” e nello stesso anno ha cantato il ruolo di Armindo nella “Partenope” di Haendel sotto la direzione di A. Florio presentata al Festival di Beaune e a La Cité de la Musique – Parigi.E’ stata Barbarina nelle “Nozze di Figaro” di Mozart rappresentata al Teatro degli Champs-Elysées ; Rosilda nella “Ottavia restituita al trono” di Scarlatti; Zeza nello “Alidoro” di Leonardo Leo rappresentato al Teatro Valli di Reggio Emilia e al Mercadante di Napoli riscuotendo successo di pubblico e critica.
Particolarmente interessata al repertorio vocale del Sei-Settecento segue le Master Classes in canto barocco del soprano Roberta Invernizzi.
Salvatore Lombardi, dopo gli studi presso il Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli, svolti sotto la guida di Ferdinando Staiano, si è perfezionato con autorevoli solisti e didatti fra cui Severino Gazzelloni, Maxence Larrieu e Glauco Cambursano. Vincitore di numerosi Concorsi nazionali ed internazionali, Salvatore Lombardi è fra i più attivi interpreti di musica moderna e contemporanea e svolge intensa attività concertistica in tutto il mondo nelle sale più prestigiose. Ha registrato numerosi dischi per le case discografiche: Suonare Records, KiccoClasssic, Whell Records, Musikstrasse, e recital per Radio uno, Radio Due, Radio Tre, Radio Vaticana, RSI e varie Televisioni di stato.
Regolarmente invitato a tenere seminari e Master Classes nelle sedi più prestigiose del mondo , recentemente ha partecipato ad un concerto al Teatro alla Scala di Milano in collaborazione con Sir James Galway ed altri importanti solisti del panorama internazionale.
Presso la sede dell’Ente Provinciale per il Turismo di Avellino, in via Due Principati 32/a è aperta al pubblico la biglietteria dal lunedì al sabato, dalle ore 9.30 alle ore 12.30. I biglietti possono essere acquistati anche nei giorni degli spettacoli direttamente all’Abbazia del Loreto, secondo il seguente calendario: il sabato dalle ore 17,00 alle ore 18,30; la domenica dalle ore 10,00 alle 12,00 e dalle ore 17,00 alle ore 18,30.
Per le due matinèe musicali, in programma il 12 e 19 settembre , alle ore 10.30, nel Salone degli Arazzi dell’Abbazia, a causa dell’ esiguità del numero dei posti disponibili, si accederà solo previo invito. Gli interessati potranno ritirare gratuitamente il tagliando, fino ad esaurimento dei posti, presso la sede dell’Ept di Avellino.
L’EPT di Avellino, quest’anno, offrirà l’ingresso gratuito ai concerti di “Musica in Irpinia”, a quanti soggiorneranno in strutture ricettive della provincia di Avellino con almeno un pernottamento in uno dei Week-end 11/12 e 18/19 settembre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here