Mercogliano – Assegnazione alloggi popolari: la replica di Saccardo

0
3

Mercogliano – “Quanto affermato da qualcuno che si candida e che vorrebbe governare i processi della città è grave e pretestuoso ed offende, in primis, la deontologia professionale dei dipendenti del Comune di Mercogliano che mai, sono stati sollecitati a produrre atti a vantaggio della maggioranza uscente. Tutt’altro, sono stati sempre invitati ad operare nel rispetto delle regole e della massima trasparenza amministrativa”. A riferirlo in una nota è il primo cittadino di Mercogliano, Tommaso Saccardo.

“Voglio ricordare – continua il sindaco – che l’amministrazione da me guidata ha operato sempre nella massima trasparenza e che così intendiamo continuare a fare fino alla fine della consiliatura. Gli atti e le procedure ai quali si fa riferimento non sono gestiti dal Sindaco, dagli Assessori e dai Consiglieri di maggioranza. Forse chi parla non sa ancora che dal 1997, con l’introduzione della Legge Bassanini, le procedure amministrative ordinarie sono adottate dai responsabili degli uffici. Si fa riferimento altresì ad un bando per l’assegnazione dei 32 alloggi popolari in Contrada Serroni. Voglio ricordare ancora una volta a me stesso che questo bando è per la realizzazione di alloggi popolari per aiutare 32 famiglie e che il finanziamento per la loro realizzazione è stato concesso dalla Regione Campania alcuni anni fa. Se i lavori sono iniziati e si deve pubblicare il bando questa è una decisione dei responsabili degli uffici. Peraltro l’amministrazione avrebbe voluto recuperare un edificio fatiscente in via Crisci anziché realizzarne uno nuovo, ma questo non è stato possibile per motivi non dipendenti dalla nostra volontà. Infine, l’Amministrazione che mi onoro di presiedere ha ottenuto un finanziamento dalla Regione Campania per la realizzazione di un progetto di Sicurezza Urbana il quale prevede attività di comunicazione per avvicinare i cittadini alle istituzioni. L’amministrazione Saccardo fin dal 2002 ha promosso tali tematiche ed ha partecipato a seminari con altre realtà anche più grandi di Mercogliano, che non possono essere trascurate, anche perché il bando Regionale imponeva di attuare entro 90 giorni dalla data di comunicazione di ammissione a finanziamento le attività previste”. “La comunicazione a Mercogliano è importante – conclude Saccardo – Soprattutto quando si parla di legalità. E l’amministrazione che mi onoro di presiedere è di legalità che vuole parlare. Coerenza, trasparenza, disponibilità questo è quello che ci appartiene. Non predichiamo bene e razzoliamo male. Operiamo con la massima serietà e puntualità”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here