Maxitruffa Iva per 4 mln di euro: tra gli arrestati anche un irpino

0
10

Quattro ordinanze di custodia cautelare unitamente ad un decreto di sequestro preventivo di beni e disponibilità finanziarie sono stati portati a compimento dai Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria contemporaneamente nelle province di Avellino, Benevento, Napoli ed Ancona. Il provvedimento, scattato alle prime ore dell’alba, è stato emesso dal Gip del Tribunale di Benevento dott.ssa Rotili, su richiesta dei Pm Giovanni Tartaglia Polcini e Francesco De Falco, nei confronti di persone implicate in una maxi truffa sull’Iva comunitaria. Agli arresti domiciliari sono finiti Mario Tommaselli, di Foglianise, Soccorso Boccella, di Avellino, Rosa Lombardi di Napoli e Rosario Guarino residente nella provincia di Ancona.
L’operazione ha richiesto mesi di indagini con accertamenti bancari e documentali che hanno portato alla luce l’evasione di imposte dirette e di frode all’Iva sulle autovetture importate.
Secondo gli inquirenti le altre persone arrestate, avrebbero acquistato autovetture dall’estero vendute da Tommaselli nel triennio 2004, 2005 e 2006 per un importo pari a più di 19 milioni di euro, pur avendo accertato che le attività da essi dichiarate erano, di fatto, parimenti inesistenti con l’assunzione del debito d’imposta in capo a soggetti diversi dal reale acquirente, privi di beni societari e patrimoniali, in maniera da rendere lo stesso debito inesigibile. L’operazione avrebbe consentito a Tommaselli di immettere sul mercato una quantità di autovetture nuove ed usate a prezzi concorrenziali rispetto a quelli mediamente praticati da importatori e rivenditori ufficiali. Il provvedimento dei magistrati della Procura della Repubblica di Benevento, ha consentito l’emissione di un Decreto di sequestro preventivo sui beni societari e personali unitamente alle quote sociali di due società di Benevento riconducibili al Tommaselli nonché le disponibilità esistenti sui suoi conti correnti bancari, per un corrispettivo pari all’Iva comunitaria frodata, pari a 4milioni di euro circa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here