Manette ad uno dei presunti rapinatori della gioielleria ad Avellino

0
4

Gli uomini del Commissariato di polizia di Nola, guidato dal primo dirigente Pietro Caserta hanno tratto in arresto un 32enne pluripregiudicato presunto affiliato al clan Ranucci di Sant’Antimo. Gli inquirenti ritengono sia uno dei rapinatori della gioielleria avellinese svaligiata. L’arresto è scattato per violazione della sorveglianza speciale. Arena, secondo la ricostruzione degli inquirenti, era parte della banda: una volta uscito dall’auto, una Nissa Juke bianca, si è trovato nel Rione Gescal. Spaesato, ha chiesto informazioni ad un passante. Ironia della sorte, si trattava di un poliziotto libero dal servizio che, insospettito, ha avvertito i colleghi. Immediato l’arresto. Ma dopo un primo interrogatorio si è capito che l’uomo non aveva nulla a che fare con la rapina di Avellino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here