L’UdC a Chianciano – C. De Mita: “Pd e PdL sono sigle inconsistenti”

0
2

Chianciano Terme – “Pd e PdL sono sigle inconsistenti, sono fatti politici giocati sulle primarie”. Il Ciriaco De Mita-pensiero ipnotizza la platea dei centristi riuniti al Parco Fucoli di Chianciano Terme, nella campagna senese, per l’appuntamento del primo ‘Laboratorio delle idee’ dell’UdC. Il leader di Nusco ha partecipato nel pomeriggio ad una tavola rotonda con il capogruppo del Pd alla Camera Dario Franceschini, con il capogruppo del PdL Fabrizio Cicchitto e Savino Pezzotta. De Mita ha elogiato il tentativo dell’UdC di “… recuperare la grande storia dei cattolici e democratici, che sono stati il perno della democrazia italiana”.

Ma nel suo intervento, l’ex segretario Dc ha attaccato, come riporta l’agenzia Asca, in primo luogo IdV e Lega. “Di Pietro – ha detto – legge la politica con la rozzezza con cui faceva il magistrato. Lo sbirro non può fare il magistrato, sono attività diverse. E mi dispiace per Franceschini – ha aggiunto rivolto al capogruppo alla Camera del Pd, seduto accanto a lui sul palco – che ho sempre protetto nella buona e cattiva sorte. E mi dispiace che il Pd sia una entità indefinita, un voler essere che se non diventa qualcosa è difficile anche dialogarci”. Dopo il Pd è stata la volta del PdL. “Il tuo grumo – ha detto De Mita rivolgendosi a Cicchitto – è molto più preoccupante”.

Poi De Mita ha attaccato la Lega: “… credo che nessuno rimpiangerà quando Di Pietro non andrà più in televisione, ma che ci vada Bossi… Tra i gesti scurrili e le parolacce il dibattito politico non aveva mai conosciuto una bassezza di questo genere. Come si chiama quel ministro?”, ha chiesto ai presenti con riferimento a Calderoli, “Ecco: Calderoli. Quando discetta di istituzioni è come quando io pronuncio il fiorentino, è una cosa sconcia”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here