Lo credevano morto, si sveglia all’obitorio

0
6

Un 50enne sudafricano si è svegliato all’interno di una camera mortuaria, dopo che la sua famiglia sabato notte aveva pensato che fosse morto, contattando direttamente le pompe funebri di un villaggio nell’Eastern Cape.
Creduto morto da tutti, l’uomo ha trascorso quasi 24 ore nella camera mortuaria. I due addetti all’obitorio l’hanno visto muoversi e sentito gridare, e dopo un primo momento di terrore hanno chiamato un’ambulanza. L’uomo – la cui identità non è stata resa nota – è ricoverato in ospedale, dove è stato trattato per disidratazione. «I medici lo ha posto in osservazione, concludendo che le sue condizioni sono stabili – ha detto il portavoce del locale Dipartimento della salute, Sizwe Kupelo – Non ha bisogno di ulteriori trattamenti».
I funzionari hanno esortato a contattare medici o servizi di emergenza in modo che possano dichiarare con certezza la morte di una persona, prima di chiamare le pompe funebri. «Abbiamo bisogno di mandare un messaggio a tutti i sudafricani: è molto sbagliato arrivare da soli a concludere che una persona sia morta», ha detto Kupelo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here