Le nuove frontiere dell’intrattenimento: un videogame in diretta Tv

0
6

Seul – Quando uscì il primo “Starcraft” (in italiano: astronave) qualcuno gridò al miracolo. Stiamo parlando di un videogame creato dalla casa produttrice statunitense “Blizzard” che ha appassionato milioni di utenti in tutto il mondo. Il fenomeno “SC” riuscì a ritagliarsi un ruolo fondamentale nel panorama ludico mondiale fino a sfociare in quello di costume. Sono, infatti, oltre dieci anni che il gioco è stato lanciato in commercio ma i tornei mondiali continuano a essere organizzati ogni anno e, mai, gli sponsor hanno avuto da ridire sul numero di partecipanti e tifosi. Fin qui, in effetti, nulla di nuovo sotto il sole se non per il fatto che, circa una settimana fa, la Blizzard ha rilasciato l’attesissimo seguito del capolavoro: Starcraft 2: Sons of Liberty. Una nuova pietra miliare del genere, così bello da convincere le maggiori emittenti televisive coreane (a Seul e dintorni il gioco vanta il maggior numero di appassioni e, per alcuni è diventato addirittura un lavoro a tempo pieno) a sospendere la programmazione normale per trasmettere in diretta e in prima serata le partite giocate dai massimi esperti mondiali. Quando il gioco diventa intrattenimento per famiglie…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here