Lauro – Si dà fuoco davanti al commissariato: paura per un 35enne

0
3

Lauro – “E’ entrato prima al commissariato chiedendo se ci fosse qualche ispettore, poi è uscito fuori, ha preso dalla sua macchina una tanica di benzina da 5 litri, e dopo aver cosparso se stesso e la sua macchina, si è dato fuoco”.
Questo il racconto di Marco Napoli, dirigente del commissariato di Lauro, che ha poi raccontato di come, fortuitamente, i suoi agenti hanno salvato il ragazzo, un 35enne del posto già conosciuto dalle forze dell’ordine: “Poiché ci sono le telecamere fuori i nostri uffici, due agenti hanno assistito a tutta la preparazione. Quando hanno visto cosa stava combinando, hanno preso due estintori e sono usciti fuori, spegnendo il rogo”.
Un gesto insolito che, probabilmente, affonda le sue radici nel forte disagio psicologico in cui viveva il ragazzo. Già denunciato dagli stessi agenti del commissariato perché accusato di maltrattamenti e violenza privata, avendo minacciato una volta la madre ed una volta il fratello, la prima con un giravite, il secondo con un coltello, è stato segnalato e deferito all’autorità giudiziaria, in passato, anche per possesso e uso di sostanze stupefacenti.
Ora è stato trasportato al Centro ustionati del Cardarelli, dove ne avrà per un po’, avendo su buona parte del corpo ustioni di primo e secondo grado. Ma poteva andare peggio. Non è successo grazie alla solerzia degli agenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here