Lauro – La Commissione d’accesso completa il lavoro

0
10

Lauro – Una fase di stasi. Il blocco temporaneo dell’attività amministrativa, tipico dell’estate, permette all’amministrazione Bossone di raccogliere i frutti di un lavoro incessante e meticoloso. Tuttavia gli episodi che hanno coinvolto il Comune di Lauro sono oramai un capitolo chiuso. Non è una novità la ‘visita’ della Commissione d’accesso che, come lo stesso sindaco ha chiarito, è da poco stata completata. La vicenda non ha preoccupato né il primo cittadino né l’intera amministrazione, opposizione compresa. “Ben vengano questo genere di controlli – ha spiegato Bossone – In questo modo, infatti, viene fugato ogni dubbio e questa amministrazione a maggior ragione viene legittimata a continuare con chiarezza e trasparenza il percorso intrapreso. Siamo assolutamente tranquilli e fiduciosi dei risultati. Non abbiamo nulla da temere”. Dunque, solo una parentesi oramai chiusa mentre Lauro si appresta a proiettarsi verso le manifestazioni estive il cui cartellone – che risente di un difficile bilancio come un po’ tutti i comuni – ha cercato di conciliare le esigenze della cittadinanza e le cifre esigue da poter utilizzare. Manifestazioni sì ma all’insegna della sobrietà. Una cosa è certa: dopo il successo della prima edizione del 2007 e di quella dello scorso anno, Lauro non ha voluto rinunciare alla sua terza Notte Bianca, punta di diamante delle manifestazioni estive locali e kermesse di richiamo per turisti e cittadini dei comuni limitrofi.
Il bilancio in ristrettezza se da un lato ha comportato rinunce dall’altro ha senza dubbio permesso all’amministrazione di investire nel settore dei lavori pubblici allo scopo di regalare alla cittadina una nuova immagine più funzionale alle esigenze della popolazione. Tra circa 15 giorni verranno consegnate al Comune le tre opere sottoposte ad una accurata operazione di restyling. Si tratta delle tre aree situate alle spalle della Casa Comunale: piazza Umberto Nobile, Piazza Castello e Palazzo Pignatelli.
L’edificio, che ha subito grandi cambiamenti e trasformazioni attraverso i secoli è famoso per le sue grottesche di tipo vasariano, ed è attualmente sede di due musei. Il primo è il Museo Umberto Nobile e dei Dirigibili Italiani. Inaugurato nel 1988, il museo è articolato in varie sezioni, volte ad illustrare le spedizioni del generale Umberto Nobile. Vi si conservano vari ed interessanti cimeli e documenti donati al museo dagli eredi di Nobile e dall’Aeronautica Militare. Il Museo d’Arte Naif, di rilevanza europea, si trova invece al piano terra ed espone opere di pittori Naif italiani e stranieri, come La marioli, Guastalli, Ludmilla, Prato. Per tutti gli interventi il Comune ha stanziato circa 15mln di euro. Non solo. E’ giunto oramai ad ultimazione anche il complesso San Filippo Neri. “Raccogliamo i frutti della nostra politica – ha spiegato Vito Bossone – Lauro non è una semplice cittadina ma è volano di sviluppo e progresso per tutto il Vallo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here