Lapio-Tutto pronto per la manifestazione ‘Alla corte dei Filangieri’

0
15

LAPIO – Entra nel vivo la promozione del FIANO di Lapio. Grazie alla Pro Loco del paese del vino, le famose cantine lapiane del rinomato vino, hanno offerto agli avellinesi una degustazione di prodotti tipici locali con l’ausilio di figuranti speciali in abiti contadini d’epoca che hanno regalato piccoli doni ai presenti e ai partecipanti alla conferenza stampa di presentazione della manifestazione ‘Alla corte dei Filangieri’, l’evento che si terrà a Lapio il 5,6 e 7 agosto con il corteo storico in costume a partire dalle 10,30. “Le serate – dicono alla Pro Loco Lapiana – saranno allietate da gruppi che suoneranno vari generi musicali in modo da far avvenire quel connubio sublime tra arte e gusto, infatti, mentre nell´aria si diffonde la musica, passeggiando e ammirando le bellezze storico-artistiche, sarà possibile degustare il pregiato vino lapiano, il Fiano e degustare tutti ed esclusivamente i piatti della tradizione contadina locale (zuppa e´ puorco, cecatielli co a´ menta, frittole, mugliatielli, laghene e ciceri, fagioli e cotiche, tomacelle, braciolette di cotica, pane cotto in forno a legna, dolci e tanti altri piatti lapiani) che vi potranno riportare indietro alla vostra infanzia, e magari far assaporare ai più giovani il cibo dei loro nonni. E´ noto in tutto il mondo che il Fiano non si produce solo a Lapio, ma è altrettanto noto che l´unica zona dove si produce l´uva fiana originale è la zona di Lapio, ciò basta a identificare le uve di Lapio e il suo Fiano come prodotti pregiati della terra d´Irpinia e Italiana. All´evento collaboreranno le prestigiose cantine locali(Colli di Lapio, Rocca del Principe, Cantina Romano Nicola, Filadoro, e altre) tutte vincitrici di premi ambiti del settore, che appunto producono i loro vini con uve autoctone. Inoltre si potranno degustare prodotti tipici di Az. Agricole e Agriturismi oltre che assaporare il “miele di Orazio” (premiato al salone delle eccellenze di Saint Vincent)”. La Pro Loco Lapiana, inoltre, nell´adempimento dei suoi obblighi statutari, nonché della volontà dei soci e della cittadinanza tutta, nel voler promuovere le bellezze locali, il territorio, gli artisti (come G. Caracciolo e i suoi pregiatissimi pastori) e gli artigiani lapiani, allestirà varie mostre di oggetti antichi, pregiati e derivanti dalla cultura antica artigiana e contadina. Per far ammirare le bellezze artistiche del centro, si potranno visitare le antichissime chiese Lapiane, inoltre, in alcune, la visita sarà scandita da arie del M° G. Verdi che meglio vi faranno apprezzare il clima Risorgimentale Italiano. Tra i vari artisti, saranno presenti Maestri del Conservatorio di Salerno G. Martucci, DeepGreenLight, Gruppo Folk Irlandese, e Posteggia Napoletana. Sarà anche possibile ammirare l´artista della ceramica Claudio Cipolletti che davanti ai vostri occhi svilupperanno opere con l´antichissima tecnica giapponese Raku che esalta l´armonia presente nelle piccole cose in sintonia con la filosofia zen. Per gli appassionati, inoltre, Sabato 6 Agosto, PosteItaliane realizzerà per l´occasione un “Annullo Speciale”. Previa prenotazione, fino alle 19:00, è possibile effettuare visite guidate alle bellezze del Paese, alle cantine e alle aziende. E´ un evento destinato a restare nella storia e nella memoria perché riuscirà a sommare l´arte, la storia, la cucina storica e la musica. Le serate vedranno la partecipazione di Telethon, Legambiente, il Sovrano Militare dell´Ordine Ospedaliero dei SS. Apostoli Pietro e Paolo e la neonata Associazione Viticoltori di Lapio. Lapio festeggerà infatti il 150° dell´Unità d´Italia, con la partecipazione di attori e sosia di Garibaldi, Cavour, Mazzini. L´evento, presentato l’altro giorno presso la sala stampa del Carcere Borbonico di Avellino dall’editore Arturo Bascetta, si svolgerà nel centro storico lapiano. A renderlo noto al pubblico, nel corso dell’aperitivo offerto dalle cantine locali per la promozione del Fiano dai colli ad Avellino, ci hanno pensato il sindaco Ubaldo Reppucci, il professore Modestino della Sala, il presidente delle Pro Loco provinciali Giuseppe Silvestri dell’Unpli e quello lodale Giuseppe Caprio, e il folto pubblico accorso all’anteprima tenutasi ad Avellino. Nel corso della conferenza stampa di presentazione, le famose cantine lapiane del rinomato vino, hanno offerto a tutti gli avellinesi una degustazione di prodotti tipici locali, mentre, figuranti speciali in abiti contadini d’epoca, grazie alle telecamere di Telecapri del regista Massimo Boscia, hanno dato vita ad una breve rievocazione storica che vedrà la realizzazione di una docufiction in quel di Lapio, oltre che di un calendario 2012 per le cantine che sarà spedito in tutto il mondo. Sono prodotti tipici locali che tengono alto nel mondo il nome del vino Fiano di Avellino prodotto a Lapio. Quest’anno, per promuovere l’evento, sono stati coinvolti figuranti, fotografi, registi e operatori video provenienti da tutta la Campania per ottimizzare al meglio le energie promozionali ed abbinare la bellezza delle ragazze e dei ragazzi alla bontà del dolce nettare degli dei. Per l’occasione sarà realizzato anche un calendario sulle cantine con gli scatti di Maurek Poggiante ed un video docg curato dal regista Massimo Boscia. La promozione culturale continuerà infatti nelle tv piemontesi e campane, al fine di poter penetrare sempre con piu’ forza nel mercato europeo dove primeggiano ancora gli altri marchi. In occasione del 150° anniversario dell’unità d’Italia, inoltre, affidandosi all’editore Arturo Bascetta, sono in programma diversi gemellaggi con realtà piemontesi che meglio permetteranno alle cantine lapiane di penetrare il territorio, in nome della storia e della qualità. Nè mancheranno figuranti come Garibaldi, Cavour e Mazzini, che illustreranno il percorso nel borgo antico illuminato a festa in cui si accederà con ducati e marenghi commemorativi coniati per l’occasione. Appuntamento quindi a Lapio, da venerdi 5 a domenica 7 agosto, per la manifestazione storico-gastronomica firmata dalla tradizione nel paese del sindaco e storico Ubaldo Reppucci.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here