Il Nuovo Psi attacca l’Udc: critiche pretestuose al Piano sanitario

0
5

Si apre un fronte tra l’Udc e il Nuovo Psi in merito al piano sanitario deciso dalòla Regione. In questa nota, il partito di nuova formazione socialista attacca i centristi ritenendo pretestuose le critiche riferite al piano:
“La stampa locale oggi riporta fedelmente il pretestuoso attacco dell’UDC al Piano Regionale Sanitario da parte del Capogruppo Regionale e del Vicepresidente della Giunta. Le dichiarazioni riportate fanno parte di quella cultura politica che, pur di esaltare il “personalismo”, e conseguentemente una presunta egemonia territoriale, vanno di fatto a screditare anche le Istituzioni. “Infatti – afferma il Segretario Provinciale Antonio Bossone – il Piano Sanitario della Regione Campania è frutto di un lavoro condiviso, costruito come tentativo per salvaguardare un bene comune fin troppo maltrattato dalle precedenti amministrazioni”. Nell’articolo, i referenti dell’UDC, addirittura ammoniscono coloro che vogliono, in linea con le scelte istituzionali, responsabilmente accelerare l’attuazione dei provvedimenti contenuti nel nuovo Piano Sanitario campano. Tali atteggiamenti vogliono solo favorire una politica campanilistica a protezione di singoli territori, in contrasto con il concetto di territorialità dell’intera regione. Il Nuovo PSI irpino esorta il Governatore Caldoro, commissario straordinario della sanità, a proseguire nel suo intento di escludere ogni scelta consociativa, a tutela anche di quelle strutture commissariali che hanno avuto il giudizio di attuare il piano così come approvato. L’appello è a tutte le forze politiche di governo perché abbandonino l’antico metodo autoritario e adottino una visione più ampia della concezione del piano sanitario. Questo renderebbe il sistema sanitario campano scevro da ogni forma clientelare, più efficiente e al passo con le direttive nazionali ed europee”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here