I giovani comunisti salutano Servodio nel coordinamento nazionale

0
1

Cervinara – Il circolo territoriale Altavilla Irpina – Cervinara saluta con soddisfazione l’elezione di Luca Servodio nel coordinamento nazionale dei Giovani Comunisti. Elezione avvenuta nella Conferenza Nazionale di Giovani Gc, tenutasi a Pomezia nei giorni 19, 20 e 21 Febbraio. “La presenza del compagno Servodio nel coordinamento nazionale, dimostra una capacità di prassi politica e teorica che il circolo ha prodotto e continuerà a svolgere nell’attività quotidiana, sul territorio caudino e provinciale. “Il compagno Servodio – dicono Francesco Iuliano, Coordinatore Gc di Cervinara ed Enzo De Lucia, responsabile scuole pubblica, antimafia sociale e antifascismo di Cervinara – per la sua capacità politica e senso di analisi, durante la permanenza nel coordinamento nazionale, di sicuro contribuirà al rilancio dell’organizzazione giovanile e al tempo stesso del partito. Dalla questione giovanile. La quale, non è una semplice questione generazionale in questo quadro di crisi economica e sociale. Essere giovani oggi in Italia significa trovarsi in una condizione di particolare esposizione all’attacco delle politiche neolibersiste, che producono incertezza, precarietà, mercificazione di tutti gli aspetti della vita dei giovani”.

“Il tema del Mezzogiorno, inteso come questione nazionale. Qualunque confronto programmatico e culturale sul presente e sul futuro dell’Italia non può quindi non trovare uno dei suo temi qualificanti nella questione meridionale. Cancellata negli ultimi anni dall’agenda politica a causa dei cedimenti delle forze democratiche e dell’aggressività del blocco conservatore che, seppur differenziato al suo interno sul piano degli interessi sociali e territoriali, tende ricomparsi sotto al spinta antimeridionale delle Lega. Al sud viene affida il ruolo di un’area di “modernità squilibrata”, di flessibilità, di precarietà, di lati tassi di disoccupazione e di illegalità diffusa. Convinti della sua determinazione, gli auguriamo buon lavoro”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here