Gd di Avellino a Salerno per l’evento ‘Libertà d’informazione’

0
1

Domenica 12 Settembre presso la pineta di Buccino, Salerno, i Giovani Democratici organizzano l’evento “Libertà d’informazione tra lobby e potentati politici”. L’iniziativa presentata da Mario Panzarella dei GD della federazione di Salerno, vedrà la partecipazione, in qualità di relatore, di Marcello Rocco, Vice-Segretario GD Avellino.
Così Panzarella “Bisogna pretendere un’informazione chiara ed etica. Informare deve tornare ad essere una missione e non un campo professionale dove portare avanti interessi personali. L’informazione è ciò che pone le basi delle nostre scelte e per questo necessita di un controllo imparziale ed oggettivo, dal quale devono essere eliminati i partiti, ad esempio il consiglio di amministrazione della Rai. Al giorno d’oggi oltre che alla mancanza di una informazione seria, si assiste alla perdita di interesse dei giovani verso la politica e la frattura che è in corso con la società civile, purtroppo, trascina i giovani verso l’indifferenza. Dobbiamo essere noi giovani che crediamo ad un relazionarsi basato sulla partecipazione e l’interesse, “l’antibiotico” per tutti coloro che hanno perso la speranza nel futuro.”
“Un’occasione fondamentale per trattare di un argomento che sembra essere sempre in voga, ma mai approfondito del tutto.” – dice Rocco – “Tematica che ci è molto a cuore e della quale, ad Avellino, abbiamo già dibattuto; ma continueremo a farlo, fino a quando ce ne sarà la necessità, per evidenziarel’enorme divario che divide l’Italia dalle altre democrazie occidentali.Tra l’altro l’iniziativa permette, a noi GD della Provincia di Avellino, di continuare in quel lavoro costante di inter-relazione ed arricchimento attraverso il confronto ed il dialogo con i Giovani Democratici delle altre realtà geografiche, e di conseguenza sociali.” All’evento parteciperanno giornalisti ed esponenti del mondo culturale, tra gli altri Ettore Di Lorenzo (giornalista RAI) , Adriano Fiore (vicedirettore di Albatros) e tanti altri; affinchè i giovani presenti possano interagire con loro, per meglio comprendere lo stato in cui versa l’informazione nazionale, senza trascurare quella locale ed i nuovi mezzi di comunicazione. Noi G.D. facciamo nostra l’opinione di Enrico Mentana che dice: “E’ evidente che quando la tua parte politica governa, meno informazione c’è e meglio è, meno fastidi ci sono meglio è, meno voci ci sono e meglio è. Chi governa e lo fa in maniera “etica” non mette bavagli.Ma forse la parola etica appartiene a molti, troppi, anni fa”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here