Furti a Rimini e in Irpinia: in arresto coppia di coniugi rumeni

0
8

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Avellino, nel corso della notte appena trascorsa, hanno dato esecuzione a due ordini di carcerazione emessi dal Tribunale Ordinario di Rimini nei confronti di una coppia di cittadini rumeni, condannati per il reato di furto aggravato in concorso.
La coppia di rumeni, formata da un uomo di 29 anni le cui iniziali sono A.I. e la moglie A.M. di un anno più giovane, è stata condannata dal Tribunale di Rimini per alcuni furti aggravati commessi in quella provincia nel corso dello scorso anno, ed è stata rintracciata dai Carabinieri di Avellino presso il centro di accoglienza Don Tonino Belli di Avellino.
I due rumeni, che invero hanno preso residenza anagrafica nel centro abitato di Rossano Calabro, sono spesso ad Avellino e provincia. Lui, infatti, usa aggirarsi per le strade della città chiedendo l’elemosina con una fisarmonica in mano, mentre la moglie spesso sosta davanti a chiese o sportelli bancomat. Molte sere, poi, i due coniugi sono adusi frequentare la mensa del centro di accoglienza avellinese, ed è proprio lì che i Carabinieri della Compagnia di Avellino li hanno sorpresi. Il primo input, però, è arrivato dai militari della Compagnia di Montella, perché l’uomo era già stato visto da quelle parti proprio nella mattinata di ieri. I militari di Montella, conoscendo le abitudini della coppia, hanno subito avvisato i colleghi di Avellino che li hanno prontamente tratti in arresto.
I due rumeni, ora, sono in carcere a Bellizzi Irpino, dove permarranno fino al termine della pena loro inflitta, consistente nella reclusione pari a 7 mesi e 28 giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here