Fiera di Calitri: connubio tra tessuti ed enogastronomia

0
10

Calitri – L’Interregionale altirpina diventa vetrina del territorio e delle sue eccellenze. Il tutto attraverso una formula innovativa, sperimentale ed interattiva che il nuovo Cda dell’Eapsaim, presieduto da Giuseppe Di Milia, sta implementando. Si parte con la novità del padiglione “Tessuti e Talenti”, all’interno del quale parteciperanno importanti aziende del comparto tessile (come Cizeta srl – Nelle grandi fauci, Gaudiosi Vincenzo Produzione jeans, Luongo Produzione sciarpe artigianali, Cucitex srl Produzione pantaloni classici e sportivi), food (tra queste Caseificio Di Cecca, Salumificio Tornillo, Caseificio Arminio) e vino (come Cantine del Cavalier Pepe e Cantine Contrada, ci sarà anche una cantina del Vulture).
In proposito è stata anche avviata la collaborazione con Slow Food Alta Irpinia: in fiera sarà allestito uno stand qualificato, emblema della partnership creata che mira alla ricerca di cibo di qualità sul territorio. Ma innovatività e sperimentazione non finiscono qua. Al via, infatti, una cooperazione con la Solofra Service per ospitare durante l’evento fieristico, di scena a Calitri dal 29 agosto al 6 settembre, tre qualificate aziende del distretto conciario: una per la confezione in pelle, una per la trasformazione delle pelli ed un’altra per le pellicce. In più sarà fatto un singolare esperimento (già avviato in cantina) tra profumi e retrogusti del vino e del cuoio.
In questo padiglione non si seguirà la consueta o tradizionale esposizione con stand, ma si allestirà un’enorme vetrina openspace dove i prodotti si incastoneranno, in un arredo-design pensato da un giovane artista del luogo (Davide Roselli), con tutti materiali riciclati. La Confartigianato Avellino aggiungerà di suo l’arredamento mancante fatto di pezzi realizzati da artigiani locali del ferro e del legno.
Altra parola chiave di questa edizione dell’Interregionale di Calitri è interattività. Agli espositori non è stato infatti chiesto di partecipare bensì di essere presenti almeno una volta durante la fiera per poter raccontare, ai visitatori, come si realizzano i prodotti e come si fa qualità. Una formula originale resa ancor più particolare dai momenti serali in cui ogni imprenditore, in collaborazione con Confartigianato Avellino, avrà a disposizione uno spazio (t&t loungebar) dove potrà spiegare ai presenti iter e nascita delle proprie produzioni. Previsti, infine, momenti musicali con concerti di violino.
Intanto, scade venerdì 31 luglio il bando di partecipazione (scaricabile su www.calitrifiere.it) alla ventottesima edizione della fiera interregionale. Rilevanti i numeri della manifestazione: 15 mila metri quadri attuali di esposizione e 30.000 visitatori presenti lo scorso anno. Cifre che rendono l’evento un importante punto di riferimento nel panorama fieristico regionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here