Ferrero: Fai, Flai e Uila soddisfatte del nuovo accordo

0
5

Accordo Ferrero: rinnovato l’integrativo. Premio obiettivi +22% e tante misure sociali aggiuntive a quelle già divenute patrimonio dei Lavoratori dal luglio 2006. Soddisfatto del risultato, il Segretario provinciale Alimentaristi Antonio De Lillo che così commenta:
“Fai-Flai-Uila, le rispettive segreterie provinciali ed il coordinamento Nazionale Ferrero, hanno sottoscritto nella notte del 21 luglio a Cuneo il rinnovo dell’accordo integrativo aziendale Ferrero che interessa circa 5.900 lavoratori dei 4 siti produttivi di Alba (Cn), Pozzuolo Martesano (Mi), S.Angelo dei Lombardi (Av) e Balvano (Pz).
“Un accordo molto positivo che conferma la buona tradizione di relazioni sindacali, costruita negli anni con il gruppo Ferrero e che è stato raggiunto con grande tempestività, a meno di un mese dalla scadenza del precedente integrativo, anche grazie al positivo lavoro svolto da Fai-Flai-Uila. Oltre al significativo risultato economico, questo accordo è importante perché riconferma la centralità del valore della “Persona” dentro e fuori il luogo di lavoro, attraverso la previsione di strumenti mirati. C’è, infatti, un filo conduttore che lega alcuni importanti istituti previsti dall’intesa: dalla valorizzazione e riconoscimento della professionalità alla stabilizzazione occupazionale per molti lavoratori, dalla maggiore attenzione alla sicurezza sul luogo di lavoro alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro per madri e padri e alle opportunità di studio offerte ai figli dei dipendenti. Un accordo che, confermando il già forte impegno della Ferrero su questi temi , garantirà a tanti lavoratori migliori condizioni di lavoro e maggiore salario” cose da non poco conto nel nostro contesto Provinciale, in questo particolare periodo.
I principali contenuti dell’accordo

Relazioni industriali Viene rafforzato il sistema delle relazioni industriali e viene previsto un incontro informativo annuale di 2 giorni.

Investimenti L’accordo intende potenziare la qualità e la capacità produttiva dei vari siti con investimenti mirati anche alle attività di ricerca e sviluppo.

Incrementi salariali L’incremento del premio per obiettivi nel triennio è di 5.625 euro (+22% rispetto al triennio precedente), così suddiviso: 1.825 € nel 2012, 1.900 € nel 2013, 1.900 € nel 2014.

Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro

-Concesse due mezze giornate retribuite l’anno per genitori di ragazzi o ragazze fino a 14 anni che debbano accompagnare i figli a visite mediche specialistiche.
-Sostegno al pagamento delle tasse universitarie per i figli dei dipendenti diplomati con una votazione pari o superiore a 90/100.
-Possibilità di impegnare i figli dei dipendenti che abbiano conseguito una laurea di primo livello con una votazione uguale o superiore a 105/110, in “stage” presso gli stabilimenti esteri del gruppo.
-Soggiorni estivi per i figli dei dipendenti con età da 6 a 12 anni
-Convenzioni con Aziende di servizi e beni di utilità generale, , energia,
telefonia. banche e così via

Formazione professionale -Introdotto il libretto personale che consente la tracciabilità delle esperienze formative dei singoli lavoratori.
-Valorizzazione della professionalità acquisita anche attraverso la previsione di un Elemento economico di professionalità pari a 30 € per il IV livello e 40 € per il III, per i Lavoratori interessati in un nuovo modello organizzativo.

Stabilizzazione L’accordo prevede, nell’arco del triennio, la stabilizzazione a tempo indeterminato di circa 200 lavoratori nell’intero gruppo

Sicurezza sul lavoro Le parti convengono sulla fondamentale importanza del tema e sulla necessità di rivolgere un maggiore impegno per eliminare le situazioni di rischio e migliorare le condizioni di lavoro. A tal fine è prevista, in via sperimentale nello stabilimento di Alba e nell’arco di vigenza dell’accordo si estenderà agli altri siti, la costituzione di una Commissione sicurezza sul lavoro”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here