Ente Parco, si ritorna di nuovo a presidenza Aquino e Savarese

0
4

La giunta Bassolino aveva piena facoltà di nominare i presidenti dei parchi regionali e delle aree protette della Campania, pur se in scadenza di mandato. Lo ha deciso il Tar Campania, riunitosi in camera di consiglio e depositando la sentenza con la quale viene accolto il ricorso di Sabino Aquino, già presidente del Parco regionale del Partenio. Il Tar, infatti, ha riconosciuto pienamente legittime le motivazioni del ricorso, relative ai provvedimenti della giunta Caldoro con i quali si disponeva la revoca dei poteri straordinari ai presidenti parco nominati da Bassolino e, successivamente, con la delibera 729 del 2011, si individuavano i nuovi presidenti dei parchi. Nel dicembre scorso la giunta regionale nominò alla presidenza dell’Ente parco regionale del Partenio Giuseppe Zampino: i giudici amministrativi, con la loro decisione, hanno stabilito non soltanto che la giunta Caldoro non avrebbe potuto attenuare i poteri dei presidenti nominati da Bassolino, perché la loro individuazione rientrava a pieno titolo nelle facoltà della giunta regionale, ma nemmeno avrebbe potuto procedere alla individuazione di nuove cariche. Annullate, perciò, risultano sia le delibere di attenuazione dei poteri, sia la delibera del dicembre scorso di nomina dei nuovo presidenti. Alla guida del Parco dei Monti Picentini venne nominato Romano Gregorio che sostituì Anna Savarese, e Giuseppe Zampino al Partenio prese il posto di Sabino Aquino Le altre nomine furono : Umberto De Nicola (Matese), Giovanni Corporente (Roccamonfina), Vito Busiello (Taburno), Celeste Taranto (Campi Flegrei), Giuseppe Guida (Monti Lattari), Antonio Caruso (Sarno), Carmela Mucherino (Foce Volturno), Germano Baldi (Foce Sele) e Giustino Parisi (Colline di Napoli). Salvo ricorsi in Consiglio di Stato, in virtù della sentenza di primo grado, Sabino Aquino è nuovamente presidente del Parco Regionale

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here