Come voleva Milanese: sì acquisizione cassette e tabulati telefono

0
5

La Giunta per le Autorizzazioni di Montecitorio ha dato l’ok all’acquisizione delle cassette di sicurezza in uso al deputato Pdl Marco Milanese e all’acquisizione dei tabulati telefonici. Il deputato irpino, aveva più volte detto di essere disponibile a rendere noto il contenuto del materiale proprio per frugare ogni dubbio sulla sua persona. “Non è vero che il ministro Tremonti utilizzava la casa dietro al Parlamento senza pagare l’affitto e non è vero che Milanese è l’uomo-chiave delle nomine nelle società partecipate dal ministero dell’Economia. Così come è escluso “nella maniera più assoluta” che abbia favorito alcuni imprenditori nell’acquisizione di appalti pubblici e che abbia preso “soldi e regali” dagli imprenditori che ora l’accusano. E’ vero, invece, che esiste un “fumus persecuitonis” nei suoi confronti che “non ha nulla a che vedere con un complotto” ordito dalla magistratura contro di lui o contro il Pdl e però “si sostanzia in un’iniziativa giudiziaria che assume la veste della persecuzione” e che “sembra esclusivamente dovuto agli indagati appartenenti alla cosiddetta ‘casta’ politica”. Secondo quanto si e’ appreso, la decisione e’ stata unanime. Il deputato pdl, su cui pende una richiesta di arresto, è stato presente in Giunta per essere ascoltato dall’organismo parlamentare presieduto da Pierluigi Castagnetti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here