C.M.Ufita – Continua la battaglia al fianco dei lavoratori

0
3

Ariano Irpino – L’Esecutivo della Comunità Montana dell’Ufita ed il Presidente, Oreste Ciasullo, sono al fianco dei lavoratori del comparto Enti locali.
Il sostegno in una battaglia che nasce dall’evidente disimpegno del Governo centrale e regionale si manifesta in una doppia iniziativa. Se, infatti, da un lato – compiendo un notevole sforzo economico – la Giunta ha raschiato il fondo del barile nelle casse dell’Ente per garantire il pagamento delle spettanze di luglio e agosto, dall’altro ha messo in atto una serie di iniziative politico – istituzionali volte a chiedere il giusto riconoscimento alle Comunità Montane ed ai propri dipendenti del comparto Enti locali in forza a queste ultime. Con una delibera di Giunta – inviata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e all’Esecutivo regionale della Campania – la Comunità Montana dell’Ufita ha fatto voti alle istituzioni “perché lo stato di disagio e di profonda difficoltà che attanaglia gli Enti montani possa essere risolto”.
Il provvedimento è stato inoltrato anche alla Prefettura di Avellino. Il Presidente Ciasullo ha provato, però, a fare anche di più. Si è, infatti, recato a Napoli per avere un confronto sulla problematica con i dirigenti dell’Assessorato Enti locali retto da Sommese. Nel corso del vertice con la dottoressa Sirignano è arrivata una doccia fredda. “La questione – spiega il numero uno dell’Ente ufitano – non è affatto di semplice risoluzione. L’Esecutivo centrale non ha disposto, a fianco del trasferimento di competenze, anche il trasferimento economico necessario alla vita ed all’attività delle Comunità montane. La stessa Regione non ha risorse utili in tal senso. Gli Enti e il comparto rischiano la paralisi. L’unica speranza è legata ad un incontro che il Governatore Caldoro terrà, entro la fine del mese di settembre, in sede governativa per lo sblocco della vertenza”.
Le parole della dirigente regionale hanno lasciato l’amaro in bocca al Presidente Ciasullo. “Come Esecutivo – aggiunge – abbiamo messo in campo tutto quanto potevamo. Raschiando il fondo del barile, abbiamo assicurato anche il pagamento, attraverso nostre anticipazioni, degli stipendi di luglio e agosto. La delibera per la corresponsione delle ultime due mensilità agli addetti del comparto Enti locali è stata ufficializzata nel corso dell’ultimo appuntamento dell’Esecutivo. Di più, davvero non si poteva fare”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here