Cisl e Uil alla Provincia: subito nuovo contratto per i dipendenti

0
5

Avellino – Dopo il blocco dei contratti del Pubblico Impiego attuati dal Governo, arriva la richiesta di Cisl e Uil alla Provincia di sottoscrivere il nuovo contratto per i dipendenti. Di seguito la nota congiunta delle due associazioni sindacali: “In questo ultimo anno abbiamo più volte segnalato e denunciato l’inerzia dell’Amministrazione relativamente alla mancata condivisione della nuova microstruttura, dell’organizzazione del lavoro, dell’applicazione degli istituti contrattuali.
I numerosi contenziosi aperti sulle procedure concorsuali per le progressioni verticali e le verifiche contabili in corso, ci pongono nelle condizioni di essere ancora più vigili e presenti offrendo come sempre un contributo più che fattivo e concreto. Appare del tutto singolare perciò che a 9 mesi dall’inizio dell’anno non sia stato sottoscritto il contratto dei dipendenti per l’anno 2010 e si proceda in maniera unilaterale nell’approvazione di Decreti e Determine disponendo dei fondi dei vari istituti contrattuali che al momento non sono stati ancora contrattati.
Le Segreterie Provinciali della Cisl Fp e della Uil Fpl hanno più volte offerto il proprio contributo nel limite degli atti di cui hanno ricevuta la dovuta informativa e nel contempo hanno presentato proposte per il nuovo contratto di cui ancora non si è discusso.
Alla luce dei contenuti e dei limiti imposti dalla recente normativa nazionale e nel rispetto dei vigenti contratti di lavoro appare paradossale poter sottoscrivere a sanatoria un contratto di cui già buona parte delle risorse sono state impegnate e spese.
Il blocco dei contratti del Pubblico Impiego e le disposizioni in materia di finanza locale di cui alla Legge 122/2010 penalizzeranno tutti i lavoratori pubblici ed è per questo che, nello specifico, non consentiremo che la maggior parte dei dipendenti della Provincia subiscano ulteriori sperequazioni salariali.
La trasparenza degli atti amministrativi, la valorizzazione delle professionalità interne e la verifica degli sprechi di cui i Dirigenti dovrebbero essere garanti, restano per la Cisl e la Uil presupposti fondamentali su cui fondare l’azione sindacale.
Al più presto convocheremo l’assemblea dei dipendenti e proclameremo lo stato di agitazione del personale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here