Cgil Avellino: “Lsu beffati, 400 lavoratori attendono risposte”

0
5

L’ennesima beffa, così la Cgil definisce quanto accaduto oggi ai 400 LSU “utilizzati con progetti dalla Regione Campania”. Dopo la terza giornata di presidio sotto la sede regionale di Santa Lucia, hanno avuto l’ennesima amara delusione, “la delibera di giunta che avrebbe messo fine a 15 anni di lavoro precario neanche oggi c’è stata, in sostituzione un ennesimo tavolo tecnico per discutere problematiche che a nostro avviso erano già chiare. La leggerezza – afferma Adele Giro, della segreteria provinciale Funzione Pubblica Cgil Avellino – con cui si trattano questi lavoratori è a dir poco sconsiderata. In momenti in cui il nostro tessuto economico e produttivo è devastato da chiusure di importanti stabilimenti lavorativi e centinaia di persone si trovano a vivere di ammortizzatori sociali la sorte dei Lavoratori Socialmente Utili ci appare a dir poco paradossale”.

La Funzione Pubblica Cgil di Avellino ribadisce la necessità che al più presto vengano adottati provvedimenti definitivi che risolvano la problematica dei 400 lavoratori Lsu regionali e contemporaneamente degli Lsu che, assegnati agli Enti Locali, stanno ancora aspettando che si dia seguito con atti formali alla sottoscrizione delle convenzioni che avviava il loro percorso di stabilizzazione presso gli enti sottoscrittori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here