Calcio – Patti: “Le tre vittorie di fila?… ora viene il difficile”

0
1

Avellino – Giunto in Irpinia per diventare il detentore della corsia di sinistra, a causa di infortuni e squalifiche in poche settimane è stato dirottato al centro. Matteo Patti è tra i protagonisti in positivo di questa stagione, il siciliano ex Perugia, nonostante la giovane età, può considerarsi un veterano della categoria. Prima di vestire la casacca biancoverde ha giocato con 7 campionati in cinque gironi di Interregionale: Cosenza, Frascati, Aprilia, Real Monticchio, Anzolavino e Sandonà. Uno che la D la conosce bene, ma che è giunto ad Avellino con tanti stimoli e con la determinazione ad uscire subito da questo inferno. Ha rinunciato a proposte importanti dalla Lega Pro, considerando quella all’ombra del Partenio una vera e propria missione: “È vero, abbiamo ottenuto tre vittorie di fila, ma non per questo possiamo permetterci di abbassare la soglia di attenzione. Anzi. La continuità trovata nelle ultime sfide non ha risolto i nostri problemi, anche perché se è vero che abbiamo recuperato qualche punto in classifica, c’è ancora da correre per raggiungere le zone importanti”.
All’andata avete vinto 4-0, ma adesso vi ritroverete di fronte un Modica diverso, reduce da un periodo importante, ma soprattutto che ha vinto le ultime sei gare interne.
“La squadra è la stessa che è crollata qui al Partenio, non hanno cambiato molto. L’avvento di Romano in panca ha giovato non poco al rendimento dei nostri avversari che hanno avuto una marcia a dir poco impressionante. Hanno trovato l’equilibrio e si candidano per un posto nei play-off. Noi però dobbiamo dare sempre il 100% per ottenere una vittoria che di sicuro ci caricherebbe ancora di più. Affronteremo un gruppo che conosce bene questa categoria, ma se siamo sereni non dovremmo temere nessuno”.
Puleo ha detto che questa sarà la settimana più importante per voi, visto che con molta probabilità tra il Modica ed il Palazzolo ci sarà il recupero con l’Hinterreggio. Un trittico di gare che dirà dove potrà arrivare questo Avellino, sei d’accordo? “Sono partite importanti, come del resto le altre. Ma ora abbiamo il Modica e dobbiamo pensare esclusivamente a questo e a salire posizioni. Pensiamo a scalare un gradino alla volta, stiamo facendo bene. In questo momento tutti si stanno rendendo utili alla causa. Ognuno dà il proprio contributo”. È un Avellino che continua a segnare con una certa frequenza, che però fortunatamente, nelle ultime due uscite non ha subito nessun goal. “Questo è un fattore importante, adesso i meccanismi sono rodati e si fa meno fatica dietro. C’è un certo equilibrio che a causa delle tante assenze avute nel corso della stagione non era mai stato trovato. Rimaniamo concentrati, perché siamo noi, come dico da diverso tempo, gli unici artefici del nostro destino”. È lecito sognare qualcosa in più del quinto posto? “Lavoriamo per agganciare presto il treno spareggi, poi al termine della stagione tireremo le somme. L’importante è essere riusciti a rialzarci, quando tutti ci davano per spacciati, ora dobbiamo continuare il percorso intrapreso”. Domenica si sono rivisti i colori in Curva… “È stato bello come è stato fantastico vincere al Partenio e toglierci questo fardello dalle spalle. Con sacrificio e carattere abbiamo ottenuto tre punti d’oro”. A Modica mancherà Viscido, una assenza pesante? “Pippo, come tutti, sta facendo bene. E’ in un momento d’oro, abbiamo però una rosa ampia e valida, quindi il mister saprà sopperire a questa mancanza. E poi, in un momento della stagione cruciale come questo, anche chi gioca per pochi minuti può risultare determinante ai fini del punteggio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here