Calcio – Avellino, Pettinari: “Come si fa a rifiutare Avellino”

0
2

Simone Pettinari, estremo difensore classe ’87, non sta nella pelle. Dopo la bellissima annata con l’Aversa Normanna, dove solo nell’ultima giornata la compagine di Ferazzoli non è approdata nei playoff, vuole la “benedizione” in Irpinia. Alla prima esperienza in una piazza gloriosa come quella biancoverde, spiega i motivi del matrimonio con l’Avellino: “Ho accettato immediatamente la destinazione. Non si può mai rifiutare una societa ed una squadra così importante. Sono arrivato con una voglia matta di lavorare ed imparare. Ho la fortuna di avere un compagno con molta esperienza da cui imparare molto ed un preparatore dei portieri eccellente”. Quindi, sul direttore Enzo De Vito: “Siamo in buone mani. Se il direttore prende giocatori lo fa con cognizione di causa. E’ competente ed ama follemente questi colori”. Ricorda il blitz dell’Aversa nel gelo di dicembre al Partenio-Lombardi. Nonostante una temperatuta glaciale c’era il calore dei tifosi: “I supporters del lupo hanno passione. Devo dire che questa è una città che ha fame di calcio. A Caposele sono sempre presenti. Per noi è importante”. La Prima Divisione, quest’anno presenta ai nastri di partenza squadre ben attrezzate: Benevento, Sorrento le pugliesi, Andria e Barletta, ma occhio a Spezia e Siracusa che stanno allestando organici importanti: “Sarà un campionato difficilissimo con la presenza di squadre preparate per vincere. Noi daremo sempre il massimo dentro il rettangolo verde. Fuori ci pensano i nostri tifosi a dare spettacolo”. (di Alfonso Marrazzo)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here