Calcio – Avellino: buona la reazione dei lupi. Ora continuità

31 Ottobre 2011

La sconfitta interna contro la capolista Ternana rimediata sette giorni fa è già storia. L’Avellino, che ieri è scesa in campo allo “Zaccheria” di Foggia ha dimostrato di avere i cosiddetti ‘attributi’. Personalità, cinismo e cattiveria (vedi il fallo di Ricci), si sono viste in maniera netta per la prima volta in questa stagione. Finalmente. Onore e merito al tecnico Giovanni Bucaro che ha saputo cambiare gli interpreti del 4-4-2. La coppia centrale Labriola-Cardinale non ha fatto male, anzi è stata impeccabile per tutto l’arco del match, anche nell’occasione del pari di Agoridin, Cruz aveva steso con le cattive il centrale di Pollena Trocchia. A centrocampo Lucas Correa è tornato ai suoi livelli. Giocate di fino per i compagni di reparto hanno deliziato i tifosi irpini presenti a Foggia. In attacco spietato Thiam, mentre De Angelis fa il suo a pieno. Ottima la perfomance di Fumagalli, che si mette alle spalle gli errori di Vercelli e quelli con la Ternana
Continuità – Solo due i risultati di fila messi a segno dai biancoverdi in campionato. La vittoria di misura sul Carpi, e il pari di Monza. C’è bisogno di continuità per raggiungere l’obiettivo salvezza. Domenica ennesimo scontro diretto al Partenio-Lombardi contro la Reggiana di Mangone. Il direttore tecnico De Vito ha esortato i suoi a sfatare il tabù casalingo. E’ l’occasione giusta per dimostrare che la buona prestazione di ieri non sia soltanto un fuoco di paglia.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

<