Basket – Air,Dylewicz e i play-off: “Il destino è nelle nostre mani”

0
3

Avellino – E’ il primo a parlare dopo la sbornia Final Eight. Reduce da un lungo periodo di calo, costellato da piccoli ma costanti problemi fisici, è ora tra gli elementi più in forma: “La Coppa Italia è ormai alle nostre spalle – sentenzia Filip Dylewicz. Intensità ed energia i suoi marchi di fabbrica, aspetti che potrebbero venir meno, viste le tossine ancora da smaltire: Non siamo al top della condizione fisica ed, in vista di Treviso, dovremo fare ancor di più affidamento alla nostra voglia e coesione”. Un calo di condizione che, secondo Filip, non ha pesato nel match di semifinale con Bologna: “ Come tutti hanno potuto vedere, la Virtus ha dimostrato di essere maggiormente presente sul campo. Sono riusciti a bloccare tutte le nostre iniziative ed abbiamo sofferto solo ed esclusivamente sotto il lato psicologico. Dall’alto dei suoi 22 punti, Avellino potrebbe già domenica mettere una grossa ipoteca sul discorso salvezza e pensare con crescente determinazione alla qualificazione play off. Ma il sei volte campione di Polonia frena i facili entusiasmi: “ Il nostro obiettivo è quello di giocare e preparare gara dopo gara. La Benetton può fare affidamento su ottimi elementi e se riusciamo ad applicare il lavoro di questa settimana avremo fatto un grosso passo in avanti. Il livello del campionato resta però molto alto e non sarà semplice schivare tutte le difficoltà che si presenteranno . Difficoltà evidenziate nel lungo week-end di Coppa anche e soprattutto contro la difesa a zona: “In stagione abbiamo avuto poche occasioni di affrontare la zona di quanto forse non l’abbiamo fatto giocando con Milano e Bologna. Il lavoro quotidiano sarà la cura di tutti i nostri lati negativi” (di M. Roca)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here