Avellino Rugby sciupone contro il Cus Cosenza

14 Ottobre 2013

Seconda sconfitta consecutiva per l’Avellino Rugby, che, dopo aver ceduto all’esordio, a Sarno, esce sconfitto anche dallo stadio Unical Pietro Bucci di Rende: il Cus Cosenza fa suo il match valevole per la seconda giornata del girone 2 del campionato interregionale di Serie C imponendosi col punteggio finale di 34-17 (sei mete a due). La cronaca. Caliano manda in campo un quindici obbligato tenendo conto delle numerose assenze: Iandolo e Spiniello sono i piloni; Petruzziello è il tallonatore; seconde linee Barbarisi e Balletta; terze linee Antonio De Mattia, De Luca e Raosa; mediano di mischia Caliano; apertura Silvio Lombardi; primo centro Urciuoli; secondo centro Vietri; ali, Ruggiero e Virginio Gaita; estremo Pericolo. Partita testa fin dalle prime battute: naturale conseguenza il doppio rosso comminato dal direttore di gara, al 16’, ad un giocatore della compagine locale e ad Urciuoli tra le fila avellinesi. Parte comunque meglio l’Avellino, che, però non riesce a sfondare. La scarsa incisività negli ultimi metri è pagata a caro prezzo nel finale di tempo, quando, complici due disattenzioni della retroguardia, il Cus Cosenza trova due mete e capitalizza una trasformazione: si va al riposo sul 12-0. L’avvio di ripresa è caratterizzato dalla generosità dei lupi, che, sfruttando la mischia, vanno in meta con Console (mandato in campo alla fine del primo tempo, al pari di Ruggiero ndr) ed esultano per i due punti aggiuntivi di De Luca: 12-7. Lo stesso De Luca, a stretto giro di posta, con un piazzato, riduce ulteriormente le distanze: è 12-10. La rimonta, però, si finisce qui. Perché Cosenza riparte e trova altre due mete, scappando via sul 22-10. Arrivano poi due ammonizioni: per Caliano ed un rugbista del Cus. Tant’è: Avellino momentaneamente in tredici e infilato con altre due mete e una trasformazione, che fissano il risultato sul 34-10. Spiniello (meta) e De Luca (impeccabile piazzato) rendono meno pesante il passivo: finisce 34-17. Domenica prossima, il debutto casalingo al parco Manganelli dove è atteso (ore 15.30) il Rende.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.