Avellino – L’Asl si interroga sui rischi della chirurgia

0
1

Avellino – Si è chiuso con successo l’importante corso di formazione, accreditato Ecm, denominato “Implementazione a livello aziendale delle raccomandazioni ministeriali per la prevenzione dei rischi in Chirurgia”, organizzato dall’Azienda Sanitaria Locale Avellino e rivolto a operatori e personale delle Unità Operative chirurgiche dell’Asl (Chirurgia, Ortopedia, Ginecologia e Ostetricia, Anestesiologia, Nefrologia, Blocco Operatorio e Pronto Soccorso, Direzioni sanitarie di Presidio Ospedaliero).
L’Asl Avellino si era posta l’obiettivo di fornire validi elementi di conoscenza a tutti gli operatori dell’area chirurgica per implementare l’insieme coordinato delle attività che l’Azienda deve svolgere in modo sistematico, per identificare, prevenire e tenere sotto controllo i rischi, al fine di ridurre al minimo il verificarsi di errori e incidenti in chirurgia. Nel corso delle lezioni, divise in giornate di apprendimento in aula e giornate di addestramento in reparto, sono stati definiti metodi e strumenti che permettono la riduzione dei rischi in ambito chirurgico, realizzato anche l’addestramento alle procedure definite per prevenire la ritenzione di garze, strumenti e altro materiale estraneo nel sito chirurgico e garantire la corretta procedura al corretto paziente sul corretto sito, con esercitazioni pratiche per la verifica dell’apprendimento.
Infatti, la sicurezza dei pazienti è uno dei fattori determinanti la qualità delle cure e pertanto è uno degli obiettivi prioritari che il Servizio Sanitario Nazionale si pone, poiché dipende dalle interazioni delle molteplici componenti che agiscono nel sistema, deve essere affrontata attraverso l’adozione di pratiche di governo clinico che consente di porre al centro della programmazione e gestione dei servizi sanitari i bisogni dei cittadini, valorizzando nel contempo il ruolo e la responsabilità di tutte le figure professionali.
Considerando, appunto, tali premesse, all’evento formativo, che si è tenuto presso i presidi ospedalieri di Solofra e di Ariano Irpino hanno partecipato, in varie fasi, ben 357 operatori delle aree chirurgiche di varia qualifica (medici, infermieri, fisioterapisti, ostetriche, DAI, OSS), per l’implementazione a livello aziendale delle Raccomandazioni Ministeriali e delle Linee Guida Regionali per la prevenzione dei rischi in chirurgia.
Il corso di formazione, condotto dai componenti del Team Gestione Rischio Clinico Aziendale, ha avuto un importante valore aggiunto, in quanto oltre la elaborazione, presentazione e condivisione di una “Check list Sicurezza Sala Operatoria” , un “Modulo Check list intraoperatoria – prevenzione della ritenzione di garze, strumenti o altro materiale all’interno del sito chirurgico” ed una “Check list di verifica alle dimissioni”, strumenti per la gestione del rischio clinico in linea con il “Manuale per la Sicurezza in sala operatoria: Raccomandazioni e Check list” del Ministero della Salute, c’è stata la elaborazione di una nuova “Cartella Clinica Integrata” della Chirurgia, quale strumento innovativo nella Asl di Avellino a garanzia di maggiore sicurezza e qualità di offerta ai cittadini e di migliore integrazione tra personale medico ed infermieristico. Ai fini della prevenzione degli errori, per evitare inutili duplicazioni di dati e perdite di tempo da parte degli operatori, nonché disagio per i pazienti, la Cartella Clinica Integrata sarà utilizzata all’interno delle Unità Operative di Chirurgia, in via sperimentale per sei mesi, onde verificare eventuali punti critici che dovessero manifestarsi ed apportare i necessari correttivi. Nella Cartella Clinica Integrata convergeranno tutte le diverse registrazioni dei vari professionisti, che intervengono nel processo di cura e di assistenza secondo modalità condivise e complementari.
Il Commissario Straordinario della Asl Avellino, l’ingegner Sergio Florio, con il supporto del Team Aziendale per la Gestione del Rischio Clinico, individuando il tema della sicurezza in sala operatoria quale area prioritaria di intervento per la sicurezza dei pazienti, anche sulla base delle indicazioni dell’OMS, intende continuare nella azione di promozione delle tematiche che riguardano la qualità delle prestazioni e la sicurezza dei pazienti, partecipando alla “I Assemblea Annuale degli ospedali italiani per la sicurezza in sala operatoria”, programmata per giovedì 25 novembre 2010 nell’ambito del 5° Forum Risk Management in Sanità ad Arezzo, che si terrà dal 23 al 26 novembre 2010. Un sempre maggiore coinvolgimento delle organizzazioni dei cittadini e delle associazioni del volontariato nella diffusione della cultura della qualità attraverso il progetto “Carta dei Servizi Sanitari”, della prevenzione del rischio clinico e dell’uso appropriato dei servizi, sono ulteriori obiettivi da raggiungere nel corso del 2010.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here