Avellino-Idee fuori dal comune, i cittadini diventano amministratori

9 Novembre 2005

Avellino – Cittadini e amministratori si scambiano il mestiere. Accade a Palazzo di Città, dove la Giunta del sindaco Galasso dà il là ad una nuova ed originale iniziativa di partecipazione cittadina alla vita urbana. Si chiama Idee fuori dal comune il concorso a premi promosso dall’Ufficio Comunicazione del Comune di Avellino e dall’assessorato alla Riqualificazione urbana presentato questa mattina in conferenza stampa dal primo cittadino Giuseppe Galasso, dalla City manager, nonché dirigente area Comunicazione, Valeria Spagnuolo e dall’assessore comunale alla Riqualificazione urbana, Maurizio Petracca. A partire da oggi e fino al prossimo 10 gennaio 2006 il Comune raccoglierà il meglio delle idee finalizzate alla realizzazione di microinterventi urbani direttamente progettati dai cittadini residenti, immigrati regolarmente presenti, gruppi di cittadini anche formalmente raccolti e organizzazioni a valenza professionale che siano interessati a dare un proprio diretto contributo alla migliore gestione degli spazi urbani. Un progetto di educazione civica alla città che intende aumentare anche il senso di appartenenza dei residenti, al fine di prevenire gratuiti atti di vandalismo. Vasto il campo di azione: idee per la raccolta differenziata, nuovi servizi a favore della terza età, cura del verde pubblico e delle aree deteriorate, o ancora proposte per la soluzione di problematiche, seppur piccole, vissute in prima persona da chi partecipa o di interesse collettivo. I progetti dovranno distinguersi per creatività ma anche tenere conto della concreta fattibilità esecutiva, elemento di punta per la valutazione finale. Le idee progettuali dovranno inoltre essere esposte in maniera dettagliata, preferibilmente corredate da foto, plastici o proiezioni grafiche e dovranno altresì indicare le ipotesi di spesa e i termini di collaborazione a carico dell’amministrazione, nonché l’eventuale coinvolgimento del proponente nella realizzazione e gestione operativa della sua idea. Per partecipare al concorso è necessario compilare la scheda di partecipazione disponibile sul sito www.comune.avellino.it (sezione Idee fuori dal comune) o presso l’Ufficio Comunicazione (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 14). L’arco temporale di riferimento decorre da domani (10 novembre 2005) al 10 gennaio 2006. Tutte le proposte, pervenute nelle forme e nei termini previsti, saranno affidate all’esame di una Commissione composta da esperti del Comune e da personalità competenti, che sceglieranno l’idea migliore sulla base di precisi criteri. Al vincitore il Comune assegnerà un triplice premio: una ricompensa pecuniaria di 4 mila euro, di cui 2 mila in denaro e 2 mila da investire, su precisa indicazione del premiato, in opere e servizi a beneficio della collettività. La proposta vincitrice avrà inoltre la possibilità, previa valutazione di fattibilità dell’amministrazione comunale, di essere trasformata in un vero e proprio progetto esecutivo. Inoltre, tutti i partecipanti riceveranno un riconoscimento pubblico per aver contribuito all’individuazione di nuove soluzioni e sarà conferita loro la possibilità di inserire le proprie idee progetto nell’ambito delle attività di ricerca e progettazione amministrative finalizzate al miglioramento dei servizi ai cittadini.

La City manager, Valeria Spagnuolo: “La nuova sfida della città si basa sulla partecipazione attiva dei cittadini. Questa iniziativa è la prosecuzione di molte altre portate avanti dall’amministrazione comunale e che mira a far riflettere i cittadini dal punto di vista degli amministratori. Un momento utile, per l’amministrazione, che così può raccogliere idee e suggerimenti sulla migliore vivibilità della città. Oltre che un modo efficiente per identificare le principali criticità. Insomma, un’occasione per pensare in termini di servizio e di progettualità”.

L’assessore comunale alla Riqualificazione urbana, Maurizio Petracca: “Questo progetto mira a migliorare una serie di spazi sui quali sono stati realizzati interventi in parte visibili. Rotatorie, sistemazione del verde pubblico e tanto altro realizzato con gli sforzi enormi dell’amministrazione comunale, a fronte dei pochi fondi disponibili. Ma è soprattutto un richiamo alla civiltà di cittadini che devono dare il proprio contributo alla realizzazione di nuovi progetti ed opere e alla tutela di quelli esistenti. Ci aguriamo pertanto una grande partecipazione, data anche l’ampiezza delle tematiche e la varietà del target di riferimento”.

Il sindaco di Avellino, Giuseppe Galasso: “Creare più movimento a piazza del Popolo, dopo la chiusura dei negozi o riqualificare le aree periferiche sono solo alcuni esempi di quello che si potrebbe prospettare per migliorare le condizioni di vita della città, tramite interventi semplici e spendibili. Progetti di piccola vivibilità quotidiana che, al di là dell’esiguo premio, potrebbero portare in primo piano un’opera importante per la città da poter realizzare nelle sedi giuste. In pratica, avere a disposizione un ventaglio di possibilità di microinterventi che possano valere al di là delle opere previste all’interno dei fondi di finanziamento tradizionali. In nome di queste intenzioni, invitiamo inoltre tutti i cittadini a tenere alta la propria attenzione per segnalarci atti di vandalismo. Dunque, gettare le basi per un rapporto più continuo tra cittadini e amministrazione comunale, al fine di creare insieme qualcosa di spendibile nella quotidianità. E al vincitore andrà soprattutto un premio morale: quello di aver dedicato tempo alla propria città”. (di Antonietta Miceli)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.