Assistente sessuali per disabili, è in vigore già in Europa

0
9

Una figura molto discussa e criticata, quella dell’assistente sessuale. Una forma di accompagnamento erotico da parte di persone specializzate, per aiutare le persone disabili a scoprire il proprio corpo attraverso la relazione con l’altro. In Italia, è in corso una battaglia per ottenere il riconoscimento giuridico di questa pratica, che già è regolamentata in alcuni Paesi europei.

“L’assistenza sessuale è una pratica che dovrebbe condurre a una maggiore autonomia e stima di sé. Può consistere per esempio in massaggi, carezze, giochi, di scoperta del corpo e della sessualità in senso ampio, quindi non solo e non necessariamente genitale. Questo tipo di figura è riconosciuta in Olanda, Germania, Austria, Svizzera e Danimarca.
Per diventare assistenti, vengono istituiti corsi di formazione, diplomi, aggiornamento continuativo, carte di comportamento etico, supervisione terapeutica e prezzi concordati. Negli altri Paesi, per esempio in Italia, l’assistenza sessuale di fatto esiste già, ma manca il riconoscimento giuridico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here