Ariano, al via i lavori per ricollocare la fontana Villa Caracciolo

0
8

Ariano Irpino – Dopo aver scelto, attraverso un sondaggio pubblico, il sito più idoneo nei pressi di quello originario in località Martiri, si sta procedendo ai lavori per la collocazione dell’antica Fontana Villa Caracciolo, detta anche della Duchessa. Con delibera di Giunta n° 176 dell’11 maggio 2009, la precedente amministrazione, aveva approvato i lavori di riqualificazione e recupero della Fontana, evidenziando la disponibilità delle imprese locali dell’Ati che realizza il Contratto di Quartiere ad effettuare i lavori necessari per la ricollocazione del monumento nello stesso ambito della riqualificazione dei Martiri e quindi a costo zero. Dunque l’attuale amministrazione porta avanti il discorso in continuità, dando inizio ai lavori e tenendo fede agli impegni.
In via Villa Caracciolo, nella piazzola di fronte alla scuola elementare e materna, è già iniziato lo scavo per ricollocare la Fontana che sarà ricostruita esattamente com’era, grazie al sistema di catalogazione, detto anastilosi, utilizzato per smontarla dal sito originario.
Le pietre antiche saranno ripulite e restaurate per ridare alla fontana l’antico splendore. Inoltre attorno al monumento, che sarà valorizzato con la giusta illuminazione, vi sarà arredo urbano quali panchine, fioriere e cestini per educare al rispetto dei luoghi pubblici e dei monumenti.

La Fontana Villa Caracciolo presenta un interessante stemma araldico raffigurante un cervo. Non se ne conosce l’esatta datazione ma si ha traccia della sua esistenza già su un documento catastale del 1753, quando la fontana risultava di proprietà di don Domenico Di Piano poiché inserita in un suo fondo di 122 tomoli. Da qui l’importanza di preservare e restituire al patrimonio storico-culturale della Città un bene architettonico quale la Fontana della Duchessa.

Per anni il monumento ha versato nell’abbandono, con il rischio che andasse del tutto perduto nell’urbanizzazione privata dell’area. Poi, su interessamento dell’assessore alla periferie dell’epoca, Raffaele Li Pizzi, e con la disponibilità dei proprietari, l’intervento del Comune per smontare e mettere in salvo la fontana in attesa di individuare il nuovo sito. In seguito il sondaggio popolare durato due mesi, portato avanti avvalendosi di ricostruzioni virtuali che aiutassero nella scelta tra i 3 siti proposti: via Villa Caracciolo, la Rotatoria, via Vinciguerra. Alla fine il gradimento degli abitanti di Rione Martiri è andato su via Villa Caracciolo più vicino a quello dove aveva sede originaria l’antica fontana, sito ritenuto valido dall’amministrazione comunale anche per la vicinanza con la scuola.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here