Abete malmenato a San Rufo, inviato di Striscia finisce in ospedale

0
7

Nel corso di un servizio a San Rufo (Sa), l’inviato Luca Abete è stato aggredito insieme alla sua troupe. Sul posto sono giunti in modo tempestivo i Carabinieri e un’ambulanza del 118, che ha trasportato l’inviato all’ospedale. Luca Abete, accompagnato dal maresciallo Danilo Marzullo, ha lasciato l’ospedale di Polla per recarsi presso la Caserma dei Carabinieri e sporgere denuncia nei confronti dei suoi aggressori. Il cameraman, invece, che ha riportato contusioni varie su tutto il corpo, è ancora ricoverato presso l’ospedale di Polla. Abete era accompagnato da un’altra giornalista che, per fortuna, non ha subito nessuna conseguenza. “Una violenza incredibile- ha riferito Luca Abete uscendo dall’ospedale- Gli aggressori non la smettevano di menarci e a nulla sono servite neanche i tentativi delle signore che erano con loro che chiedevano di porre fine a tanta violenza”. Il danno subito dalla troupe di “Striscia” ammonta ad oltre 10 mila euro. Le indagini sono state già attivate dal Nucleo radiomobile dei carabinieri di sala Consilina, prontamente intervenuti sul posto. “Chiedo scusa a nome dell’intera comunità di San Rufo a Luca Abete, ritenendo assurda, ingiustificata e completamente da condannare l’azione di cui è stato vittima”. Gianna Pina Benvenga, sindaco di San Rufo aggiunge: “Sono spiacente per quanto è successo – ha detto – un episodio che non intacca il senso dell’ospitalità che rappresenta una risorsa ed un vanto della nostra comunità”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here