Zaolino a Melchionna: “Operai abbandonano Cisl per la Fismic”

29 gennaio 2013

“Lo strappo consumato sabato scorso a Grottaminarda tra la Cisl ed i lavoratori della Irisbus sta creando un effetto domino incredibile. In due soli giorni hanno abbandonato Melchionna 90 su 120 iscritti della Irisbus e tutte le fabbriche di Pianodardine a partire dalla Denso dove i tre delegati ex Fim guidati da Massimo Rullo hanno in poche ore effettuato ottanta disdette alla Cisl ed altrettante iscrizioni al nuovo Fismic, guidato da Zaolino e Mosca”. Così in una nota gli ex dirigenti della Cisl Giuseppe Zaolino e Franco Mosca.

“Nella sola giornata di ieri sono passati in blocco al Fismic la totalità dei lavoratori ex fim della ASM (trenta), della Elital (25), della Aurubis (30), della Saira (15), della Lima sud (18). Siamo solo all’inizio – dichiara un soddisfatto Zaolino – Melchionna sarà punito direttamente dai lavoratori “lasciandolo da solo” a riflettere sugli errori consumati e sulle cattiverie praticate in questi mesi. Lui fondamentalmente è rimasto un edile e nonostante questi cinque anni alla Cisl non si è evoluto. Vedremo di dargli una mano io e Mosca e le decine di delegati e le centinaia di lavoratori che sono gia passati al nuovo Fismic perchè dalla prossima settimana dovrà uscire dal “palazzo” della Cisl e venire a confrontarsi nelle fabbriche dove lo aspettano i lavoratori incavolati. Caro Melchionna – concludono Zaolino e Mosca – è finita la pacchia perché rischi di guidare nei prossimi mesi una Cisl malridotta e inesistente nelle fabbriche metalmeccaniche. In ogni caso auguri e buon lavoro”.