Week-end pasquale/Prevenzione e sicurezza sulla strada, parola di Polstrada

26 marzo 2005

Irpinia – Prevenzione e sicurezza stradale sono le parole d’ordine del Comandante Alessandro Salzano per un week-end pasquale all’insegna del divertimento e della spensieratezza. Per coloro che questa mattina si mettere in viaggio per raggiungere località di mare o di montagna dove trascorreranno il santo giorno della resurrezione di Gesù Cristo, come prassi la Polstrada ha coniato i “comandamenti” sulla sicurezza stradale: prima di intraprendere il viaggio, informarsi sulla percorribilità delle arterie, evitare di mettersi in viaggio nelle ore di punta del traffico, sistemare bene i bagagli, non partire stanchi, evitare pasti abbondanti e l’abuso di alcolici, allacciare le cinture di sicurezza o indossare il casco; durante il viaggio, invece, al fine di non accumulare la stanchezza fermarsi frequentemente, non distrarsi durante la guida, moderare la velocità mantenendo le distanze di sicurezza, utilizzare il viva voce o l’auricolare per parlare con il telefono cellulare, non impegnare la corsia di emergenza, avere prudenza nei sorpassi ed indicare con anticipo le manovre che si intendono effettuare. L’aumento dei flussi di traffico sarà “vegliato” quotidianamente da 50 Agenti su auto, anche civetta, e su moto: particolare attenzione sarà data domani per il Lunedì dell’Angelo nele zone turistiche quali il Monte Terminio, il Lago Laceno ed i Santuari di Montevergine e di Materdomini. Dall’alto dei cieli gli elicotteri del reparto volo della Polstrada saranno i nostri angeli custodi pronto ad atterrare per venire in nostro soccorso. Già da ieri, comunque, si è registrato un aumento del traffico: ingorghi si sono avuti agli imbocchi autostradali, lungo il raccordo Avellino-Salerno. E proprio al fine di garantire una tranquilla e sicurezza circolazione veicolare, la Polstrada di concerto con l’Anas e la Società Autostrade, ha individuato percorsi alternativi: A/1, A/30, SS7, SS 165, SS 91 “Fondo Valle Sele”, “Contursi – A/3”, SS 400 Ofantina. “Ovviamente i miei uomini – spiega il Comandante Salzano – non vigileranno soltanto sulla sicurezza dell’utente. Saranno pronti ad intervenire laddove sia necessario reprimere reati quali l’alta velocità, la guida in preda ai fumi dell’alcool, il mancato uso delle cinture di sicurezze. Essere automobilisti corretti significa non solo preservare la propria incolumità ma anche non far correre rischi a coloro che incontriamo sulla nostra stessa strada”.