Volley, la Sidigas espugna Sora e studia da grande

12 novembre 2012

Sotto due a zero, in casa di una delle favorite alla conquista dell’A1 in cerca di riscatto dopo due sconfitte… molte squadre avrebbero alzato bandiera bianca. Non la Sidigas. Capace di rimanere incollata alla partita, reagire nel momento più difficile, ribaltare il risultato 3-2 e portare a casa il quarto successo di fila (6 vittorie su 7 incontri). Quello guidato in panchina da Michele Totire è un gruppo duro a morire. La grande impresa tecnica compiuta al Palaglobo, insomma, va di pari passo col grande carattere di squadra. I biancoverdi non hanno mai mollato. Nè nel primo set, quando qualche errore di troppo in ricezione sulle battute di Siltala e Mazzoni hanno scavato i break decisivi, nè nel secondo, quando Atripalda sempre avanti si è fatta risucchiare nel finale (23-23) da Paris (che contro Atripalda vede sempre rosso) ed i suoi compagni. La vera partita degli irpini – trascinati da oltre 100 splendidi tifosi al seguito – è cominciata qui, sotto per due a zero. Atripalda in campo ha rasentato la perfezione. Accanto ai devastanti attacchi della bande (Libraro, De Paola e Cazzaniga), Cortina imperioso in ricezione ha dato il là al gioco al centro con l’ex Scappaticcio magnifico direttore d’orchestra. Alla lunga Cazzaniga ha vinto la gara dell’efficacia con il pari ruolo bulgaro Milushev, mentre Di Marco e Candellaro hanno mandato in tilt il muro avversario. Prima 2-1, poi 2-2, con naso sempre avanti. Nel tie break grande equilibrio fino al cambio di campo, Atripalda dopo l’8-6 ha preso il largo. Libraro ha puntellato la ricezione facendo registrare il 73 percento, De Paola ha affondato i colpi a ripetizione, 69percento in attacco, facendo schizzare la Sidigas in vetta alla classifica di squadra con il maggior numero di punti realizzati…500 tondi tondi. La formazione di Ricci ha provato a praticare contromisure ma sulle ali dell’entusiasmo la Sidigas non ha più arrestato la sua corsa.