Volantini contro i preti irpini, il vescovo: “Pensavo che i cecchini stessero solo a Sarajevo”

Volantini contro i preti irpini, il vescovo: “Pensavo che i cecchini stessero solo a Sarajevo”

21 marzo 2018

Renato Spiniello – Volantini anonimi e diffamatori contro i preti irpini appesi sui portoni delle Chiese di Avellino e dell’hinterland.

In tutto sono 13 i parroci della Diocesi presi di mira dal “corvo” con frasi gravemente diffamatrici che si riferiscono alla sfera strettamente personale del bersaglio. La Digos del capoluogo, agli ordini del vicequestore Francesco Cutolo, sta indagano e potrebbe giungere ben presto ad identificare il diffamatore.

Intanto sulla questione è intervenuto questa mattina anche il Vescovo della Diocesi di Avellino, Monsignor Arturo Aiello, presente alla Chiesa del Rosario per officiare il tradizionale Precetto Pasquale Interforze. “Pensavo che i cecchini stessero solo a Sarajevo – ha detto il presule – i nostri preti sono bravi, massima solidarietà a loro”.


Commenti

  1. […] frequentavano la sua parrocchia. A quanto pare, questo episodio sarebbe da collegarsi al caso del volantino anonimo in cui venivano fatti nomi e cognomi di preti accusati di avere relazioni con donne che frequentavano la […]