Virtus Avellino, a Battipaglia vince l’esperienza dei padroni di casa

Virtus Avellino, a Battipaglia vince l’esperienza dei padroni di casa

28 settembre 2017

Dopo la battuta di arresto di domenica a Pontecagnano, la Virtus Avellino torna in terra salernitana per la gara di andata dei sedicesimi di Coppa Italia Campania.

In casa della Battipagliese, mister Criscitiello sperimenta un 11 inedito per regalare minuti ai ragazzi del settore Giovanile e risparmiare le energie in vista dell’incontro di sabato a San Michele di Serino.

La Virtus per niente intimidita dai padroni di casa dimostra subito di volersela giocare. Palmariello al 6’ fugge sulla sinistra crossa e Ciampolillo, solo davanti al portiere, si fa respingere il colpo di testa. I giovani virtussini sono in palla e in condizione e rispondono ad ogni affondo della Battipagliese. Palmariello a tutto campo sulla destra confeziona un’azione con Barbuto ma la palla finisce in angolo. Capovolgimento di fronte e Rescigno è costretto a mettere a terra Blasio. Ammonito. La Battipagliese spinge sull’acceleratore e al 14’ Saurino si inserisce in area e Rescigno è costretto agli straordinari con un bella diagonale. Prima parata di Imbimbo al 15’ quando, sempre dalla destra, dove Inderst non riesce a contenere gli esterni gialloneri, arriva il tiro di Troiano. La Virtus risponde con una bella azione di contropiede al 20’ con Barbuto che serve Ciampolillo ma il tiro è telefonato. Al 22’, però, all’ennesimo affondo sulla sinistra di Troiano arriva il rigore. Batte Di Deo e la Battipagliese passa in vantaggio. Ancora un fraseggio nello stretto porta la Battipagliese al raddoppio 5 minuti dopo. Il tiro di Saurino viene deviato e la parabola del pallone supera un incolpevole Imbimbo. Al 34’ sul filo del fuorigioco scatta ancora Troiano, incontrastato, ma Imbimbo non si lascia sorprendere e para a terra. Finale di primo tempo tutto di marca giallonera con Longo, prima, e Blasio subito dopo che impegnano Imbimbo. Il risultato non cambia e si va negli spogliatoi con il punteggio di 2-0

La ripresa si apre con tre cambi per la Virtus. Esce Imbimbo, colpito duro in uscita a metà primo tempo, ed entra Leone. Ciampolillo e l’ammonito Crescitelli restano negli spogliatoi per fare posto a Della Sala e Viscido. La nota positiva della Virtus è proprio il ritorno in campo di Pippo Viscido, dopo l’infortunio di Grotta che lo ha tenuto lontano dal rettangolo di gioco per buona parte del mese di settembre. Nonostante i soliti problemi provenienti dalle fasce dove Barbuto e Rescigno non riescono a contenere le scorribande dei gialloneri, la squadra di mister Crsicitiello appare adesso più compatta e Palmariello, servito proprio da Viscido, al 57’ si fa vedere con una progressione. Il tiro che ne scaturisce, però, è smorzato dalle gambe della difesa. La Virtus avanza il proprio baricentro e aumenta la pressione. Tra il 65 e il 70’ il valzer delle sostituzioni. Per la Battipagliese escono Di Deo e Longo per Gallo e Gassama. La Virtus completa i cambi gettando nella mischia Torsiello per Spica e Pacilio per Rescigno. Nel momento migliore degli irpini, però, arriva la beffa. Un rinvio sbilenco del portiere giallonero rimbalza male davanti Viscido e innesca la fuga di Blasio che lascia tutti sul posto e serve il neo entrato Gamassa. Per lui è facile battere Leone con un preciso destro. 3-0 per la Battipagliese. Cambia di nuovo l’inerzia della partita e solo un super Leone evita alla Virtus di capitolare sotto i colpi di Saurino. Al 82’ gli ultimi cambi della Battipagliese con gli ingressi di Rago e Cascone per Blaiso e Consiglio chiudono di fatto il match. Nonostante una vigorosa risposta della Virtus che con Viscido (86’) e Torsiello (87’) si affaccia dalle parti di Antico. E sulla punizione di Torsiello calciata fall-out di sinistra si chiude la partita. Battipagliese batte Virtus 3-0