Vincenzo D’Onofrio é il nuovo procuratore aggiunto ad Avellino

Vincenzo D’Onofrio é il nuovo procuratore aggiunto ad Avellino

12 giugno 2015

Il plenum del Csm ha nominato il dott. Vincenzo D’Onofrio procuratore aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Avellino.

Il conferimento dell’incarico due giorni fa.

Attualmente sostituto procuratore a Napoli, D’Onofrio con Vincenzo Ranieri, Stefano Capuano e Danilo De Simone e col procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli è impegnato nella delicata indagine sul patron della Lazio e della Salernitana Claudio Lotito.

Ma nel curriculum di D’Onofrio, come pure evidenziato dai magistrati di Palazzo dei Marescialli, vi è un lungo ed articolato excursus di lotta al crimine e alle mafie in Calabria e in Campania.

D’Onofrio ad Avellino troverà il capo della Procura Rosario Cantelmo, suo collega ai tempi della Dda di Napoli.

La Commissione giudicante del Csm ha scritto così di D’Onofrio:

Dal complesso delle fonti di conoscenza emerge dunque la figura professionale di un magistrato con particolari attitudini organizzative, la cui capacità di lavoro viene qualificata dal dirigente come “straordinaria”.

La esperienza pluriennale maturata presso la Direzione
distrettuale antimafia dapprima presso la Procura della Repubblica di Reggio Calabria poi presso la Procura della Repubblica di Napoli con il raggiungimento di eccellenti risultati nella lotta alla criminalità organizzata è indicativa di una grande capacità di coordinamento investigativo di direzione di uomini e mezzi, di organizzazione del lavoro proprio ed altrui e di grandi capacità direttive”.