VII Congresso Provinciale per il sindacato di Polizia Coisp

VII Congresso Provinciale per il sindacato di Polizia Coisp

29 aprile 2017

Nella giornata di ieri si è svolto nell’aula magna della Questura di Avellino, il VII Congresso Provinciale del Sindacato di Polizia Coisp, recante come logo: “Diritti e doveri… punto ed a capo!”

Presenti all’evento anche la Segreteria Regionale, capitanata dal Segretario Generale Giuseppe Raimondi, unitamente al suo aggiunto Alfredo Onorato, una delegazione della Segreteria Provinciale di Caserta rappresentata dal Segretario Generale provinciale Claudio Trematerra, nonchè la Segreteria Provinciale di Napoli rappresentata da Antonella Bufano.

Queste le dichiarazioni del leader campano del Coisp Giuseppe Raimondi: “Sono contento di trovarmi in questa bella città quale è Avellino ed a questo evento che conclude i congressi provinciali della Campania.

Per il nostro sindacato, questo rappresenta un momento storico di svolta, ovviamente in positivo, come preludio di un cambiamento rispetto ad un vecchio retaggio sindacale ormai risalente e non più efficace.

Per me e per il riconfermato Segretario Generale Provinciale di Avellino, Luigi De Prizio, questo è un giorno di festa, mi complimento con lui per quanto fatto fino a questo momento, significando che ha svolto sicuramente un buon lavoro fin’ora per i colleghi che ha rappresentato ed auspicando che tale sua riconferma possa rivelare un impegno ancora maggiore nella tutela degli operatori di polizia e nel rispetto generale delle regole, seppur cosciente che si trova ad operare in un territorio vasto e difficile da tanti punti di vista, gravato da una molteplicità di problemi, non ultimo la forte carenza organica, le gravi mancanze di risorse in termini di mezzi e di strutture.

Ricordiamo che Avellino ha un organico dove l’età media del personale si aggira intorno ai 50 anni, dove esce a stento 1-2 volanti per turno per coprire un territorio che abbraccia una molteplicità di comuni, anche distanti gli uni dagli altri e che sono piagati anch’essi, come Caserta e Napoli, da eventi delittuosi di accentuata gravità e di chiara impronta camorristica.

Mi auguro che il Governo centrale sappia guardare anche alle necessità della Questura Avellinese e possa porre rimedio al più presto elargendo uomini e mezzi affinchè i nostri poliziotti possano svolgere al meglio il loro lavoro, più di quanto già non facciano con i mezzi, risicati e spesso di fortuna, di cui attualmente dispongono.

Dal mio canto, mi rendo disponibile a fornire, unitamente agli esponenti della mia segreteria, all’amico e collega De Prizio una valida collaborazione, laddove lui la ritenesse necessaria. Questo perché… insieme si vince!”

Il congresso si è concluso tranquillamente ed a margine dello stesso il leader regionale campano si è intrattenuto con il riconfermato Segretario Generale Provinciale Luigi De Prizio ed il suo staff per parlare della futura organizzazione della nuova compagine sindacale, dei vari ed immediati interventi da operare e delle eventuali collaborazioni nella risoluzione delle problematiche più difficili.