VIDEO/Giordano: “Da Mancino e De Luca no a accordo”.Replica a Fierro

7 giugno 2013

Avellino – “Dopo il primo turno abbiamo provato a dialogare col Pd per costruire finalmente una alleanza organica di centrosinistra ma Mancino e De Luca non hanno voluto. Oggi si decide di guardare a Scelta Civica ma è del tutto improponibile incolpare noi per una eventuale sconfitta di Foti”. Giancarlo Giordano, deputato di SeL e già candidato sindaco di Avellino a fine maggio, fa chiarezza a due giorni dal ballottaggio rispetto alla posizione della sinistra cittadina. No a Foti e no a Preziosi: è questa la direttrice sulla quale l’esponente vendoliano ha ribadito la sua posizione rispetto al dibattito politico in città. “La nostra è una scelta di autonomia – ha affermato – una scelta di futuro per la città”. Al Pd, Giordano ha detto: “Non venissero da noi a chiedere di fare un gesto politico perchè era Foti che doveva farlo prima, prima che cambiasse il quadro politico intorno. Noi abbiamo mantenuto una linea di coerenza e dignità, altri invece si sono dati ad un mercato indecoroso.

Dura la replica anche a Lucio Fierro, leader dei bersaniani irpini, che ieri mattina aveva tuonato proprio contro il deputato di SeL: “Tengo a ricordare che al primo turno Fierro non ha votato per il proprio partito. Non possiamo accettare lezioni da chi si definisce un dirigente del Pd ma che in realtà è un turista per caso”.

A rincarare la dosa anche l’ex consigliere provinciale Amalio Santoro. Nel mirino del medico avellinese,Luca Cipriano, definito “… volto ridens del galassismo, ragazzo del coro che ci chiede in maniera insopportabile gesti di gratuità”.
E ancora: “La città rischia di restare prigioniera di un passato che non passerà mai. Noi non siamo alla ricerca di strapuntini, siamo alternativi alla destra e ad una coalizione che vede insieme scarti del centrodestra e dirigenti del Pd”.

(di seguito l’intervista all’on. Giordano)